Shellrent ti regala Amazon: Buono Regalo Amazon.it* di 10,00€link
E-commerce

Come funziona Google Ads: impostare il primo annuncio pubblicitario

2 minuti lettura
Come impostare Google Ads

Google Ads è la piattaforma targata Google perfetta per chi vuole fare pubblicità su questo motore di ricerca: ormai tutte le attività sono online ed è diventato necessario distinguersi dai competitor, lasciare il segno. Perché non aiutarti con Google Ads?

Quali sono i passaggi da seguire per impostare il tuo primo Google Ad?

Pianifica le keyword da utilizzare

Anche su Google Ads la ricerca delle parole chiave è un elemento essenziale perché ti permette di incontrare le query degli utenti e farti trovare nelle prime posizioni. È prassi scegliere un gruppo di keyword rilevanti per la tua attività: nella piattaforma potrai utilizzare fino a 10 frasi keyword per annuncio.

Ti consigliamo di includere tra le keyword anche il nome del tuo brand così da facilitare gli utenti che ti cercano esplicitamente e avere maggiore sicurezza di comparire nei risultati di ricerca.

Completa le domande di Google Ads per impostare la tua prima campagna

Dopo aver scelto le tue parole chiave, vai sul sito ufficiale di Google Ads e accedi con il tuo account Gmail (in mancanza, crea un nuovo account).

Per iniziare, Google ti farà delle semplici domande.

  • Qual è il tuo obiettivo?

Qui potrai scegliere, ad esempio, se desideri ricevere più chiamate, più visite al sito internet o al negozio fisico. Ovviamente, puoi modificare la tua preferenza nel corso del tempo.

  • Dove sono i tuoi clienti?

Puoi impostare l’area geografica di riferimento del tuo pubblico target, nelle vicinanze o anche considerando l’intero Paese, a tua discrezione.

  • Quali sono le tue keyword?

Qui dovrai inserire le keyword a cui hai pensato prima e, sarà Google stesso a suggerirti altre keyword correlate, fino a 10 keyword per tema. Ogni tema ti aiuterà a creare una corrispondenza tra il tuo annuncio e le relative ricerche.

Scrivi titoli e descrizioni del tuo annuncio

In un annuncio, gli headline e le descrizioni sono elementi fondamentali per posizionarsi su Google e attrarre visitatori che cliccano sul tuo ad.

Hai a disposizione 3 titoli blu e cliccabili, ognuno con un massimo di 30 caratteri. Secondo suggerimento di Google stesso, almeno uno tra le tre headline dovrebbe essere il nome del tuo brand.

Dopo i titoli, hai la possibilità di inserire 2 descrizioni, ognuna con un massimo di 90 caratteri. Cerca di usare quanti più caratteri possibili: più spazio occupi sul motore di ricerca, meno ce ne sarà per i tuoi competitor con la conseguenza che il tuo annuncio sarà più visibile.  

Qualsiasi cosa tu stia pubblicizzando, ingegnati per trovare una call to action accattivante, che catturi l’attenzione: trasmetti valore e, allo stesso tempo, senso d’urgenza per incentivare gli utenti a cliccare e procedere all’azione.

L’ultimo elemento da configurare correttamente è l’URL dell’annuncio. Il tuo AD mostrerà l’URL automaticamente in verde, non cliccabile, solo per informare gli utenti del sito di riferimento.

Se stai rimandando gli utenti ad una pagina prodotto specifica del tuo sito, inserisci quell’esatto URL e non quello, ad esempio, della homepage: questo ti aiuterà a creare il collegamento più breve tra il tuo annuncio e la ricerca del tuo utente, aumentando le probabilità di conversione.

Imposta il tuo budget giornaliero per l’annuncio

Dovrai impostare il budget giornaliero per il tuo annuncio: puoi decidere in autonomia oppure scegliere tra le opzioni consigliate da Google in base alle tue keyword, bacino target e obiettivi. È interessante la possibilità di vedere le potenziali visualizzazioni e click al mese per il tuo annuncio.

Controlla l’anteprima del tuo annuncio e conferma

Dopo aver compilato tutti i campi controlla l’anteprima del tuo annuncio, sia da mobile che da desktop, e conferma: dopo un breve periodo di approvazione da parte di Google (solitamente meno di 24 ore) il tuo annuncio sarà online e visibile agli utenti.

Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
E-commerce

Come difendersi dalle truffe online

2 minuti lettura
L’e-commerce è in continua crescita e il COVID-19 ha contribuito all’accelerazione di questo processo perché, per sopravvivere, molte aziende hanno dovuto spostarsi…
E-commerce

Come guadagnare con il blog

2 minuti lettura
Hai creato il tuo blog, pubblicato i primi post e sei riuscito a generare un buon traffico con i consigli che ti…
E-commerce

Creare un e-commerce di successo in 3 step

3 minuti lettura
Perfetto per vendere un servizio informatico, prodotti per la casa, vestiti e accessori, l’e-commerce è lo spazio ideale per la tua attività….