50% OFF su tutti gli Hosting Linux con il promocode WHSTD50link
CMS

I migliori CMS per gestire siti web

5 minuti lettura
I migliori CMS per gestire siti web

Da quando sono nati i primi siti web, era la fine degli anni ottanta del secolo scorso, ad oggi se ne possono contare più di un miliardo e la loro realizzazione è un’attività lavorativa che occupa centinaia di migliaia di persone nel mondo. Si prevede secondo studi recenti del settore informatico, che i numeri di siti web presenti sulla rete internet sarà nei prossimi anni ancora in forte crescita.
Quindi se si vuole realizzare un sito web aziendale, per garantire che si possano avere contatti ed incrementare le vendite, bisogna accertarsi che il sito sia fatto in modo impeccabile. A volte bisogna affidarsi a degli esperti nella creazione di siti web, pagando fior fiore di soldoni, ma una soluzione fai da te esiste anche se conosci poco o nulla del settore, basta affidarsi ai CMS ottimizzati per gli hosting Linux che consentono di creare e personalizzare il sito web secondo le proprie esigenze pur nulla sapendo di programmazione.

Che cos’è un CMS

Un CMS, acronimo di Content Management System, è definito come un sistema di gestione dei contenuti, in pratica è un software che gestisce i contenuti utilizzando un database. Oltre la metà dei siti web creati e presenti sulla rete internet sono costruiti utilizzando un CMS. Si compone di due parti principalmente, front-end e back-end.
Il front-end detto anche CMA (Content Management Application) è quella porzione di sito web che chi visita il sito può vedere, quindi immagini video, post, pagine informative, contatti.
Il back-end detto anche CDA (Content Delivery Application) è l’architettura del database. I contenuti vengono salvati nel database e poi trasferiti verso il front-end tutte le volte che chi si collega al sito web.

Come funziona un CMS

Il CMS altro non è che un’applicazione, utilizzabile tramite il browser, che si interfaccia con un database. Enormi quantità di file scritti che risiedono in uno spazio fisico, in un server che un provider ha provveduto a mettere a disposizione. Questi file sono scritti in diversi linguaggi di programmazione come ad esempio PHP, Python, JavaScript e altri ancora.
Nel momento in cui si vuole creare un sito web, è cosa giusta svilupparlo in modalità locale sul proprio computer, in modo che se qualche utente dovesse fare una ricerca lo troverebbe incompleto o addirittura vuoto di contenuti; una volta terminata la realizzazione si può metterlo online.
In caso di necessità per apportare eventuali modifiche al sito esistono due modi per procedere.
Se si tratta di semplici modifiche come correggere un errore modificare un immagine la si può eseguire anche online andando a modificare il sito da back-end, se invece le modifiche sono alquanto complicate come ad esempio eseguire degli aggiornamenti, è necessario creare copia del sito sul proprio computer e lavorare su di esso prima di riproporlo online.

Come scegliere una piattaforma CMS

Il proliferare di siti web ha portato con sé anche una proliferazione di piattaforme CMS che aiutano la creazione dei siti. Quali sono le caratteristiche migliori che deve avere una piattaforma CMS per essere scelta? Ecco alcuni requisiti per la scelta migliore.

  • Facilità di utilizzo, fondamentale soprattutto per chi si affaccia al mondo dei siti web per la prima volta, ma ha spirito di iniziativa e vuole provare da solo a creare un sito.
  • Semplice con interfaccia drag and drop, cosicché si possono aggiungere elementi alle pagine e modificare il contenuto, dopo aver messo in rete il sito.
  • Opzioni di progetto, la piattaforma deve avere la possibilità di personalizzare facilmente i progetti a seconda delle proprie esigenze.
  • Portabilità dei dati, strumento che serve a migrare i dati da una piattaforma ad una altra senza la paura di perdere tutto il lavoro precedentemente eseguito.
  • Estensioni e componenti aggiuntivi, sono dei software da installare sulle piattaforme CMS per aumentare le funzionalità e aggiungerne altre quando necessario. Simili a delle app.
  • Opzioni di aiuto e supporto, avere un supporto a cui chiedere assistenza è fondamentale, se non ci fosse il rischio è di rimanere bloccato con il lavoro svolto a metà.
  • Costo, ci sono piattaforme CMS completamente gratuite, ma che hanno estensioni a pagamento, altre piattaforme CMS hanno una tariffa mensile, insomma prima di scegliere quale utilizzare è sempre meglio dare un’occhiata a tutte le piattaforme che il mercato offre.

Quali sono le migliori piattaforme CMS

È di fondamentale importanza, quando si vuole creare un proprio sito, avere una lista di necessità e di priorità, come aspetto grafico, creazione dei contenuti, inserzioni pubblicitarie, per far sì che la nostra piattaforma che andremo a scegliere supporti tutti questi requisiti.
Qui di seguito si può trovare una lista con le piattaforme CMS migliori, date dalle recensioni di chi ha già utilizzato piattaforme.

Gestire un sito web con WordPress

WordPress è la piattaforma più conosciuta, la maggior parte dei siti web la utilizzano e tra i CMS è la più usata.
Ideata inizialmente per la realizzazione esclusivamente di blog, con il passare degli anni e l’assiduo lavoro degli sviluppatori, si è trasformata diventando a tutti gli effetti una piattaforma CMS adatta a tutte le esigenze degli utenti. Già solo scaricando il programma base gratuitamente si è in grado di creare un sito web pronto per essere messo online. Se poi a questo vengono aggiunti pacchetti di strumenti, a pagamento, ecco che la piattaforma è pronta a soddisfare qualsiasi tipo di richiesta.
È possibile scegliere tra numerosi temi, personalizzare la veste grafica con molta semplicità e senza nessuna conoscenza di programmazione. Inoltre, essendo ormai a tutti gli effetti la piattaforma più usata, ha sviluppato anche un solido supporto di assistenza e aiuto in caso di necessità.

Gestire un sito web con Drupal

Drupal, simile per architettura a WordPress, ha anch’essa un pacchetto base gratuito e pronto all’uso, con la possibilità di comprare dei pacchetti specifici da adattare al pacchetto base per personalizzare la grafica del sito web. Essendo una piattaforma in rete da poco tempo, ha al suo attivo poche installazioni, questo fa sì che il servizio di supporto e aiuto non sia ancora sviluppato a sufficienza, creando qualche problematica in caso di bisogno da parte dell’utente.

Gestire un sito web con Joomla

Joomla, altra piattaforma CMS semplice da utilizzare, completamente gratuito per il pacchetto base, infatti, è tra i più usati al modo per la creazione di siti web, indicato per utenti che non masticano alcun linguaggio di programmazione. Come per i precedenti CMS esistono diversi pacchetti che permettono di personalizzare il proprio sito sia gratuiti che a pagamento. Essendo una piattaforma molto utilizzata vanta una grossa struttura di supporto, che aiuta gli utenti a muovere i primi passi nell’uso di questa piattaforma.

Gestire un sito web con Magento

Tra le piatteforme migliori per siti eCommerce menzioniamo Magento che si propone con una versione gratuita e una versione a pagamento, ottima se si vuole creare un negozio on line. Offre numerose estensioni per personalizzare il tuo sito, inoltre viene fornito con estensioni di pagamento quali PayPal o bonifico bancario già integrato al suo interno.

Gestire un sito web con Shopify

Shopify piattaforma a pagamento ma molto semplice ed intuitiva, facile nella configurazione, che propone parecchi strumenti aggiuntivi, in modo da personalizzare il proprio sito web online. Offre un servizio molto utile come il carrello abbandonato per limitare eventuali perdite dovute all’abbandono dell’acquisto.

Gestire un sito web con PrestaShop

PrestaShop anche essa con modulo base gratuito e moduli per aumentare la funzionalità sia a pagamento che gratuiti. Offre già nel suo modulo base un pacchetto multilingue, utile per far sì che il tuo negozio eCommerce dialoghi con il resto del mondo.

Conclusioni

Le piattaforme CMS come visto consentono di creare dei siti web anche da chi non ha alcuna conoscenza di programmazione informatica.
Una delle sue caratteristiche è la facilità oltre che nella creazione anche nella personalizzazione del sito, tramite l’utilizzo di numerosi pacchetti aggiuntivi, in modo da creare un sito adatto alle proprie esigenze.

Autore Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
10 migliori plugin per migrare un sito WordPress
CMS

10 migliori plugin per migrare un sito WordPress

4 minuti lettura
Che plugin utilizzare per trasferire il sito in sicurezza? Nell’articolo analizziamo i migliori plugin per la migrazione di WordPress, che ti aiuteranno…
I migliori plugin WordPress per backup automatico e sicuro
CMS

I migliori plugin WordPress per backup automatico e sicuro

2 minuti lettura
In fase di realizzazione di un sito web, arriva il momento di decidere quale CMS utilizzare e spesso la scelta ricade su…
Quali sono le 5 migliori alternative a WordPress?
CMS

Quali sono le 5 migliori alternative a WordPress?

2 minuti lettura
Quali software CMS scegliere per un sito web? Secondo le stime di W3 Techs, WordPress detiene una quota di mercato pari al…