Chrome preferisce definitivamente il protocollo HTTPS

Si fa sempre più tenace la guerra di Google nei confronti dei siti non protetti dall’HTTPS, tanto che a breve qualsiasi pagina di un sito non protetta, verrà segnalata come tale.

Già nel 2014 il passaggio da Chrome 45 a Chrome 46 aveva portato a contrassegnare i siti il cui contenuto era in parte protetto dal protocollo http e in parte da https, con la pagina bianca invece che con il classico lucchetto dorato, lasciando intendere che o un sito è completamente protetto oppure è come se non lo fosse.

Facciamo però un passo indietro per comprendere la simbologia che viene utilizzata per indicare la sicurezza di un portale web.

Se utilizzate Chrome, quando digitate l’indirizzo di un sito sull’URL, vi compare a sinistra della barra una piccola icona a forma di foglio. Se il foglio è bianco, vuol dire che il sito che state visitando non ha attivo un certificato SSL (protocollo HTTPS), se sull’icona compare un lucchetto verde, vuol dire che il sito è protetto.

Se sopra l’icona a lucchetto vedete invece una X rossa, c’è qualcosa che non va nella pagina HTTPS.

HTTPS
A breve, invece, nella barra degli indirizzi, quest’ultimo simbolo (lucchetto con la X rossa) sarà applicato proprio alle singole pagine web che non hanno protezione, in modo da attratte maggiormente l’attenzione dei visitatori e sensibilizzarli alla questione.

Vi ricordiamo perché è così importante avere un sito con attivo un certificato SSL.
Anzitutto date il messaggio che gli utenti che acquistano o si loggano sul vostro portale sono protetti da qualsiasi tentativo di truffa, inoltre a livello di SEO Google apprezza moltissimo chi si preoccupa della sicurezza, essendo uno dei temi più rilevanti all’interno del contesto informatico.

Non si sa ancora con esattezza quando entrerà in vigore il provvedimento di Google, ma sappiamo che sarà entro il 2016, del resto ci sono già numerose organizzazioni che stanno facendo pressione attraverso la campagna Encrypt All The Things affinché tutti i siti e non solo quelli di banche o attività commerciali, abbandonino il meno sicuro protocollo HTTP in favore dell’HTTPS.

Ci accodiamo anche noi a questa iniziativa e se vi servissero altre informazioni sul funzionamento e attivazione dei certificati SSL potete consultare l’apposita pagina sul nostro sito o contattarci.

By |29/01/2016 - 12:28|0 Comments

Lascia un Commento