Come creare un’email personalizzata

Nel web la linea di demarcazione tra il professionale e il non professionale è in parte segnata dall’indirizzo email, che gioca un ruolo molto importante.
Prova solo a pensare alla prima impressione. Quale indirizzo fra i due ti sembra più credibile, suzy88@libero.it o susanna.rossi@rossisrl.it?

Il secondo indirizzo ha un tono decisamente più professionale.

Per quanto possa suonare strano, se vuoi essere considerato seriamente è necessario avere un’email personalizzata e professionale.

Se sei ancora scettico, ci sono almeno 3 motivi che possono farti ricredere.

  1. Aiuta il tuo business.
    Questo è il motivo più grande. Se vuoi farti strada e trovare nuovi clienti, le cose più importanti che puoi fare sono creare un sito web fatto bene (la soluzione più economica non è sempre la più vantaggiosa) e degli indirizzi email che riportino ad esso. Questo dimostra alle persone che non sei un dilettante, ma che prendi molto seriamente il tuo lavoro e ispiri fiducia.
  2. Fa capire da dove provengono le tue email.
    Se la tua email non è identificativa, diminuisci drasticamente le possibilità che venga letta.
    La maggior parte delle persone tende ad aprire e leggere un’email solo se questa proviene da un indirizzo che può essere riconosciuto o se si può risalire facilmente a chi l’ha mandata.
  3. Gli utenti vengono a conoscenza del tuo sito.
    Come detto nel punto precedente, la persona che riceve la tua email, vedendo il nome del sito incorporato nel tuo indirizzo, può trovarlo più velocemente e quindi reperire tutte le informazioni che gli servono visitandolo direttamente.

Se ti abbiamo convito, il prossimo passo è capire come creare un’email personalizzata.

STEP 1

Bisogna anzitutto registrare un nome a dominio. Scegli quello che ritieni più adatto per la tua attività, online troverai diverse guide che ti possono essere di aiuto nella scelta.

Quando registrerai il tuo dominio, associaci un piano Web hosting su cui far sviluppare un piccolo sito o inserire una semplice pagina di presentazione in html.
Anche se per ora non ti interessa mettere online un sito, ti consigliamo comunque di inserire una pagina statica all’interno del tuo spazio di hosting, perché per l’utente è frustrante digitare il nome del tuo dominio e non trovare nulla, neanche una semplice scritta Work in progress, presto saremo online!

STEP 2

Decidi una convenzione, una regola su cui basarti quando dovrai creare un nuovo indirizzo email (di un collaboratore appena assunto ad esempio).

I formati sono diversi, ad esempio:

nome@nomedeltuosito.com
nome.cognome@nomedeltuosito.com
inizialedelnome.cognome@nomedeltuosito.com

Qualsiasi cosa tu scelga, sarà facile per i tuoi clienti ricordare chi sei e contattarti.

STEP 3

Crea la casella di posta. Se hai acquistato il dominio e il piano Web hosting, ti basterà accedere alle sue funzioni e aggiungere l’indirizzo di posta che hai scelto inserendo anche la password.

Per formulare una password sicura, ti consigliamo di utilizzare questo tool.

Se hai deciso di appoggiarti a Shellrent per l’acquisto di entrambi i servizi, consulta la guida che ti spiega come creare una casella di posta.

STEP 4

Configura la casella di posta appena creata sul tuo client (Thunderbird, Outlook, etc).
Se non sai come fare, segui questa guida.
Se poi vuoi configurare l’email sul tuo Android perché spesso sei fuori ufficio, anche questa guida ti sarà utile.

Ora che hai il tuo nuovo indirizzo di posta e puoi iniziare a proporti seriamente e professionalmente, tieni a mente le 4 regole auree su come utilizzare al meglio la tua email.

  1. Inserisci la firma in calce all’email. Che sia chiara e gradevole.
  2. Non trasmettere aggressività quando scrivi. Ricordati che gli scambi email tolgono alla comunicazione il tono di voce e la gestualità, quindi è facile essere fraintesi. Utilizza sempre un tono pacato e cerca di non far trasparire troppo le emozioni.
  3. Rileggi sempre quello che scrivi, per assicurarti che abbia un senso e che possa essere compreso correttamente.
    Non scrivere di getto, non leggere e inviare subito.
    Un’email una volta spedita non la si può più cancellare.
  4. Non essere uno “spammer”, anzi assicurati che la tua email non finisca in spam esaminando lo score.
    Se vuoi scoprire di più leggi qui.

 

By |21/07/2017 - 16:55|0 Comments

Lascia un Commento