Il cloud computing è un concetto relativamente nuovo, che può suonare come misterioso per coloro che operano al di fuori del settore, eppure è diventato parte della quotidianità di tutti.

cloud-computingIl termine cloud, “nuovola”, può portare diverse persone fuori strada. Cosa significa? Che i dati memorizzati fluttuano nel cielo su di una nube? Magari più di qualcuno si è posto queste domande con una faccia un po’ dubbiosa e il sopracciglio alzato.

Il cloud computing sta crescendo sia in popolarità che in influenza, quindi abbiamo pensato di mettere insieme tutto ciò che dovete sapere di esso in modo da darvi le basi da cui partire perché il vostro business possa avere successo.

Per cloud computing s’intende l’atto di memorizzazione e l’accesso ai dati attraverso internet, piuttosto che dal disco rigido del computer.
In poche parole “cloud” è solo un altro modo per descrivere internet.

Il cloud computing non ha nulla a che vedere con il disco rigido, quello è il local computing, ovvero l’atto di memorizzare e accedere ai dati tramite l’hard disk del computer.
Per decenni il local computing è stata la modalità con cui venivano memorizzate e consultate le informazioni. Solo di recente si è passati al cloud in cui dati e programmi devono essere accessibili tramite internet quindi sincronizzati.

Come detto, il cloud computing è in forte espansione, nel 2015 ha raggiunto quasi i 106 miliardi di dollari e si stima che attorno al 2020 arriveranno fino a 270 bilioni.

In questo settore si possono trovare aziende che implementano diversi servizi, tre principali:

SaaS (Software as a Service)

PaaS (Platform as a Service)

IaaS (Infrastructure as a Service)

Le aziende SaaS forniscono software, come ad esempio SalesForce.com.
Le imprese che si occupano di PaaS (Platform as a Service) forniscono piattaforme, come ad esempio Google App Engine e Windows Azure.

Infine, IaaS (Infrastructure as a Service) affittano le loro infrastrutture alle aziende più piccole. Gli esempi includono Amazon Web Services (AWS), Cisco Metapod, e Microsoft Azure.

E-mail, musica, documenti, calendari, applicazioni, foto, video, e la memorizzazione dei dati e di backup possono essere accessibili e gestite attraverso il cloud computing.

La grande rivoluzione è proprio questa, prima si poteva accedere solo a dati memorizzati sul disco rigido del computer, ora lo si può fare da qualsiasi computer con una connessione internet.

Vi starete chiedendo: tutto qui?
Beh, sul cloud ci sarebbe molto altro, ma, come detto, per ora preoccupiamoci della base, quella che date per scontato ogni giorno quando lavorate o utilizzate il vostro cellulare.