Il Cloud Computing

Si sente molto parlare di Cloud Computing di questi tempi, ma cosa vuol dire di preciso? Cosa implica per il tuo business?

Dove si trova, esattamente, la Cloud?

Anni fa, Internet veniva spesso rappresentata nei diagrammi come una nuvola (Cloud): una sorta di enorme etere nel cielo, ben al di là della tua casa o azienda.

È una metafora decisamente buona: al giorno d’oggi i dati e i programmi non devono necessariamente risiedere sul tuo PC, infatti, possono essere ospitati, memorizzati su Internet o, come si suol dire, “in the Cloud”.

Cloud Computing significa gestire dall’esterno, ovvero online, le applicazioni e le attività, invece che all’interno delle tue quattro mura. I vantaggi non sono pochi.

Per prima cosa, un “hosting service provider” gestisce tutta l’architettura informatica al posto tuo, ciò significa che tutto quello che devi fare è solamente accedere ai tuoi documenti e programmi via Internet.

Se non te la senti di investire grosse cifre in tecnologia, i servizi in hosting ti consentono di beneficiare di servizi IT normalmente riservati alle grandi aziende a costi inferiori. Ci sono versioni Cloud , o in hosting, dei più diffusi programmi, quali CRM per la gestione delle relazioni con i clienti, SharePoint per il portale aziendale, Exchange per la posta elettronica ecc…

Indipendentemente da quali scegli, beneficerai di…

  • Riduzione dei costi di gestione dell’infrastruttura quali manutenzione, aggiornamenti hardware e software ecc.
  • Riduzione dei consumi elettrici in quanto i server non sono più interni all’ azienda ma sono esterni.
  • Scalabilità dell’infrastruttura.
  • Utilizzo di servizi già conosciuti dagli utenti in ambito aziendale infatti, fino a qualche anno fa le aziende erano centro di innovazione software e hardware ora invece i nuovi software vengono prima testati in ambiente consumer per poi essere introdotti nelle aziende. In questo modo aumenta la familiarità degli utenti con gli strumenti e una maggiore capacità di autononia operativa.
  • Aumento della collaborazione tra team di persone nella stesura di documenti.

Invece, lo svantaggio principale e è la necessità di disporre di una rete internet a banda larga che attualmente è un problema per i paesi sottosviluppati e per l’Italia che non dispone ancora di connettività degna degna di un paese che si definisce industrializzato e sviluppato.

Il Cloud Computing deve essere adottato in maniera graduale all’interno delle aziende, in quanto non sono ancora disponibili tutti i software necessari alla normale attività aziendale come per esempio applicazioni che gestiscano le attività del personale.

Noi consigliamo di seguire una migrazione graduale verso i servizi Cloud iniziando da software stabili, come ad esempio GMail, che ha raggiunto un livello qualitativo elevato nella gestione della posta elettronica per aziende.

By |16/02/2012 - 16:52|0 Comments