Questo mese il .COM ha festeggiato il suo trentesimo anniversario, arrivando al traguardo con più di un terzo dei nomi a dominio registrati con questa estensione.

Trentesimo anniversario del .com
Senza il .COM il web non sarebbe come lo conosciamo, quindi è un’ottima occasione per scoprire come sia nata  una delle estensioni più popolari.

Il primo .COM fu registrato il 15 Marzo del 1985 dalla produttrice di computer Symbolics. Trent’anni dopo non passa un secondo in cui un nuovo .com non venga registrato da uno dei 100 milioni di registranti al mondo che l’hanno scelto come gTLD rappresentativa della propria attività.

La maggior parte delle organizzazioni di alto profilo hanno un indirizzo web .COM, tra cui Apple , Microsoft , Google , Samsung , Disney , Nestle , Pfizer e Ford Motor.

Le sue origini sono tuttavia poco chiare.
Inizialmente fu proposto .COR che stava per CORPORATIONS, poi si optò per .COM (COMPANY più che COMMERCIAL), in quanto al tempo lo si reputava più adatto visto che l’obiettivo di Internet non era collegare le aziende con scopi commerciali, ma più che altro mettere in contatto imprese con contratti governativi (i .com infatti erano amministrati dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America).

Ad ogni modo, oggi il .com è utilizzato per tutti i tipi di siti web, da blog personali fino a grandi aziende e in Italia è sicuramente la seconda scelta, se non a volte la prima, dopo il .IT.