Gira voce che la scelta dell’hosting possa influenzare la velocità di caricamento delle pagine di un sito.
E’ vero.
A quanto pare, quando si condivide un server con altri siti web e qualcuno di questi inizia ad avere più carico, i tempi di caricamento delle pagine potrebbero risentirne.

load-time-SEOE’ assolutamente vero e vi diciamo anche perché ha molta importanza.
In un mondo in cui le persone sono abituate a reperire velocemente ciò di cui hanno bisogno senza aspettare a lungo, un sito web che ci mette più del dovuto a caricarsi, fa perdere la pazienza e quindi non verrà consultato, visitato, non genererà traffico e quindi profitto al suo proprietario.

Le persone acquistano online perché? Sicuramente per non dover scontrarsi con la scomodità di uscire di casa, mettersi in macchina, affrontare code, file, folla, ma anche perché con pochi click possono comparare, scegliere, informarsi su diversi prodotti e se per ogni prodotto l’utente deve aspettare più di 10 secondi, come si dice, il gioco non vale la candela. Si scoccia e lascia il vostro ecommerce.

Avere dunque un caricamento veloce delle pagine web, aumenta la possibilità di conversione delle visite in acquisti e un migliore “user engagment”.
Google premia in indicizzazione i siti con maggiore velocità di caricamento.

Questo è un grosso problema per la SEO e dovrebbe essere un grosso problema per le aziende.

Avete fatto il primo passo, scegliendo un hosting, creando un sito aziendale e condividendo i contenuti, ma ora è necessario concentrarsi su come rendere il sito una grande esperienza per gli utenti, altrimenti sarà stato fatto tutto invano.

Perché l’hosting influenza la velocità di caricamento del sito?
Ci sono diversi fattori che possono influenzare la velocità.

Partendo dalla soluzione hosting, bisogna accurarsi che il pacchetto scelto includa un disco rigido veloce per maggiori prestazioni, ancora meglio se si opta per un VPS o un server dedicato.
Ancora meglio se la soluzione scelta presenta più memoria e potenza di elaborazione.

Poi bisogna lavorare sull’ottimizzazione del sito web! Modificando il contenuto e parte del codice che compone le singole pagine e controllando che non vi siano immagini troppo pesanti.

Tenete conto che è normale nel mondo dell’hosting cambiare soluzione, iniziare da piccoli piani condivisi e poi spostarsi su server dalle maggiori prestazioni. Il vostro sito è dinamico, soggetto a cambiamenti e mutamenti e lo stesso deve valere per il servizio server su cui si appoggia.

Noi di Shellrent offriamo questa consulenza prima di ogni acquisto, quindi se avete dubbi sul fatto che il servizio da voi acquistato possa non essere idoneo e volete conoscere le possibili alternative, contattateci!