Quali sono i pannelli di hosting automation più utilizzati?

By |21/04/2016 - 17:23|News|0 Comments

Nel mercato vi sono diversi pannelli di hosting automation, software opensource o a licenza, che permettono di gestire in autonomia il tuo server, cloud o dedicato, e i domini ad esso associati, grazie ad un’interfaccia grafica intuitiva accessibile da browser.

Quali sono i pannelli di hosting automation più utilizzati e diffusi?

Abbiamo stilato un elenco di quali sono, secondo noi, i pannelli di controllo più validi.

Le funzioni che un pannello di controllo per servizi di web hosting deve avere sono le seguenti:

  • Gestione del servizio NS e DNS (Creazione e gestione di record A, Cname, Txt e così via).
  • Gestione del sistema di posta elettronica (Indirizzi email, alias, quote di posta, livello filtri antispam)
  • Gestione dell’accesso utente al sistema tramite il protocollo FTP o SFTP (creazione di account utente, amministrazione delle password)
  • Gestione della base dati come MySQL o PostgreSQL
  • Creazione e ripristino di Backup di ogni singolo spazio o dell’intero server
  • Statistiche di utilizzo

Generalmente un pannello di controllo basilare permette di gestire tutti questi servizi su di un solo server, mentre i più completi e avanzati, solitamente a pagamento, permettono di distribuire ogni singolo servizio su un server differente così da poter evitare, in caso di problemi, downtime prolungati.

Ecco un confronto fra le caratteristiche dei pannelli di hosting automation che abbiamo considerato in questo articolo:

PannelloOpensourceS. O.DNSEMAILFTPDatabaseBackupMultiserver
Plesk OdinNoWin/LinuxSiSiSiSiSiSi
cPanelNoLinuxSiSiSiSiSiSi
DirectAdminNoLinuxSiSiSiSiSiNo
ISPmanagerNoLinuxSiSiSiSiSiSi
iMSCPSiLinuxSiSiNoSiSiSi
ZPanelSiWin/LinuxSiSiSiSiNoNo
ISPConfigSiLinuxSiSiSiSiSiSi

Plesk Odin

logo_pleskIl pannello di controllo di Parallels “Plesk Odin” è il pannello di controllo più diffuso sul mercato.

L’interfaccia grafica è gradevole e completa. La gestione dei servizi, facile e intuitiva, è possibile anche per l’utente senza esperienza tecnica informatica. Si adatta perfettamente a più piattaforme (Windows, Linux Debian, Linux Centos, Linux Ubuntu ecc) ed è aggiornato di frequente. Le licenze di questo pannello di controllo non sono affatto costose e dipendono dal numero di domini/servizi che si vogliono ospitare.

Pro: interfaccia molto pulita, completo, auto-aggiornabile, multi-piattaforma, multi-lingua

Contro: componenti aggiuntivi a pagamento

pleskpage

 

cPanel

cpanel-logoUno dei pannelli di hosting automation migliori sul mercato, cPanel permette di gestire illimitati domini sulla macchina in cui lo si installa, senza alcun tipo di limitazione, a fronte di un costo non così economico.

L’interfaccia web di amministrazione è completa e permette di svolgere qualsiasi funzionalità senza dover ricorrere all’accesso al server tramite SSH. L’utente finale, invece, ha a disposizione un pannello differente dall’amministratore molto più facile ed intuitivo da utilizzare.

Pro: facile da installare, completo, ottima assistenza tecnica, adatto a clienti esperti e non

Contro: costo di licenza elevato, disponibile solo in lingua inglese (traduzione ufficiale)

DirectAdmin-LogoDirectAdmin

Directadmin è il pannello di controllo che nel corso della sua vita ha visto la minor evoluzione rispetto ai suoi concorrenti, ma risulta comunque un buon pannello di gestione, fra i più utilizzati dai webmaster.

Anche questo pannello è rilasciato su licenza, acquistabile una tantum e non prevede il rinnovo annuale come per i pannelli precedenti, risparmiando così nel tempo. L’interfaccia è sicuramente poco evoluta rispetto ai concorrenti, ma permette in egual modo di gestire qualsiasi aspetto di funzionamento dei servizi web hosting.

Pro: licenza economica, adatto a clienti esperti e non, supporta account reseller

Contro: interfaccia grafica obsolescente, supporto tecnico limitato

ISPManagerlogo-isp-manager

Questo pannello di controllo web hosting è un prodotto decisamente poco conosciuto ma che merita una analisi approfondita.

Disponibile in due diverse versioni commerciali, Lite e Business, e solamente la seconda offre la possibilità di poter gestire i servizi su più server. L’interfaccia grafica è gradevole e molto evoluta.

Pro: interfaccia grafica evoluta, funzionalità reseller, licenza economica

Contro: Lingua inglese, molte feature interessanti sono disponibili solo nella versione più costosa

 

iMSCP

logo-i-imscpiMSCP è un’ottima soluzione open-source facilmente installabile e configurabile su qualsiasi server (cloud, vps o dedicato).

Non ha alcuna caratteristica di rilievo interessante, ma permette correttamente la gestione di tutti gli aspetti relativi all’amministrazione dei servizi.
Grazie alla scelta fatta dai fondatori di mantenere il progetto opensource è dotato di una community molto frequentata, dove è possibile ricevere supporto sulle varie casistiche.

Pro: opensource, community di supporto gratuita

Contro: interfaccia poco evoluta, non intuitivo

zPanel

zplogo_v9Questo pannello rappresenta l’unico vero e proprio concorrente di Plesk su piattaforma Windows. Suo malgrado però non è mai stato un pannello aggiornato con frequenza,  sebbene sia opensource. L’interfaccia è completa e decisamente funzionale: ottimo se si devono amministrare server con diversi sistemi operativi.

Pro: multi-piattaforma, ottimo per sistemi windows

Contro: non viene aggiornato spesso, community di supporto pressochè assente

ISPConfig

ispconfig_logoQuesto pannello opensource ha visto negli anni un’evoluzione tecnica davvero marcata e forse rappresenta la miglior alternativa gratuita che si possa scegliere nel campo dei pannelli di controllo di hosting automation per le piattaforme web hosting.

Completo e gradevole alla vista, sebbene estremamente distante dai suoi competitori su licenza, ha un’ampia community un forum di supporto molto frequentato e attivo. É possibile gestire un server singolo con tutti i demoni o anche più server distribuendo il grado di criticità degli applicativi.

Pro: aggiornatissimo, comunità fervida

Contro: non è multi piattaforma, interfaccia grafica da migliorare.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.