Quali sono i ruoli utente di WordPress?

By |14/01/2019 - 15:12|News|0 Comments

WordPress offre la possibilità di assegnare diversi ruoli utenti, in modo che chi amministra il sito possa concedere l’accesso ai suoi collaboratori, al fine che questi possano applicarne delle modifiche.

Come vedremo, sono 5 i ruoli assegnabili. Eccoli in ordine di privilegi:

  • Amministratore
  • Editore
  • Autore
  • Collaboratore
  • Sottoscrittore

Amministratore

Il primo amministratore è colui chi ha generato le credenziali d’accesso al sito, ma questi potrà in seguito nominare altri amministratori, i quali avranno le sue medesime facoltà.

Godendo del pieno controllo, questo ruolo permette di gestire il sito web in ogni sua parte, dalla creazione delle pagine, a quella degli articoli. È l’unico ruolo che può lanciare gli aggiornamenti del CMS o del tema, oltre che installare o rimuovere i plugin.

Solamente gli amministratori possono gestire gli accessi, creando le nuove utenze e i permessi d’accesso ad altri collaboratori, per operare modifiche sul sito. Un amministratore può creare tutti i ruoli che descriveremo in seguito, così come nominare un altro amministratore, come anticipato. In modo del tutto analogo, chi amministra può cancellare le utenze: un nuovo amministratore potrebbe eliminare l’utenza anche dell’amministratore che l’ha nominato, senza possibilità che quest’ultimo lo confermi. Per tale ragione occorre occorre che i nuovi amministratori creati siano persone di massima fiducia, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti.

Editore

L’editore non ha accesso a tutte le voci del backend di WordPress (non può installare nuovi plugin ad esempio), ma ha il pieno controllo per quanto riguarda la pubblicazione dei contenuti. Esso può ovviamente pubblicare articoli e modificare quelli già online, inoltre può mettere mano a quelli prodotti dagli altri utenti. Un editore può anche creare, modificare o cancellare i contenuti delle diverse pagine del sito.

In sintesi, l’editore è la figura che amministra e controlla tutti i contenuti.

Autore

Con minori permessi dell’Editore, l’autore può creare, pubblicare e modificare esclusivamente i suoi articoli del blog (non le altre pagine del sito). Questo ruolo può essere assunto, ad esempio, da una figura incaricata nella redazione del blog aziendale.

Collaboratore

Il collaboratore non può pubblicare i contenuti che crea o modifica. Rappresenta quindi una figura di supporto, di integrazione di un contenuto o di revisione del medesimo, il quale sarà poi pubblicato da un utente avente uno dei ruoli descritti precedentemente.

Sottoscrittore

Chiunque interagisca con il sito web, senza modificarlo attivamente, ad esempio inserendo dei commenti ai post, viene considerato un sottoscrittore. Per poter commentare un articolo su WordPress come questo, è necessario compilare un form d’iscrizione.

Ruoli extra

Infine, riportiamo che esistono dei plugin che permettono di creare dei ruoli aggiuntivi.

Ad esempio, il plugin User Role Editor consente di espandere i permessi degli utenti, personalizzando le caratteristiche di un ruolo. È possibile, ad esempio, creare un “ibrido” fra Editore e Autore, consentendo a quest’ultimo di modificare anche gli articoli pubblicati da altri utenti.

Con Yoast SEO puoi invece creare dei ruoli specifici per l’ottimizzazione del sito sui motori di ricerca, aggiungendo un SEO Manager o un SEO Editor, i quali potranno accedere a WordPress per inserire parole chiave o meta descrizioni per migliorare il posizionamento.

 

Aggiungere un nuovo utente è semplice: clicca sulla voce Utenti nel menù delle funzioni e compila il form (vedi immagine).

New User WordPress

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.