Quest’anno il social network più conosciuto al mondo compie 16 anni: sono diverse le vicende ma anche le polemiche che hanno caratterizzato Facebook dal giorno della sua nascita ad oggi come lo scandalo legato alla privacy degli utenti e all’utilizzo improprio dei loro dati personali.
Secondo Alexa, azienda statunitense di statistiche sul traffico di Internet, Facebook resta il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e YouTube.

L’idea

Inizialmente chiamato TheFacebook, il social nasce il 4 febbraio 2004 quando Mark Zuckerberg, studente della Harward University, con l’aiuto di Eduardo Saverin (riconosciuto co-fondatore solo dopo una causa), cerca un modo per connettere gli studenti di Harward. L’idea riscuote immediato successo e il social viene esteso anche alle altre migliori università americane, come Yale, Stanford e la Columbia University. In breve tempo TheFacebook mette in contatto non solo studenti USA ma anche dal Canada.

I finanziamenti

Sono Zuckerberg e Saverin i due i primi finanziatori del progetto, con un investimento di soli 1000 dollari a testa. Nell’estate 2004, ricevono il primo finanziamento da Sean Parker, fondatore di Napster: Facebook diventa una società. Pochi mesi dopo, arrivano i finanziamenti dei due fondatori di PayPal, Elon Musk e Peter Thiel, con 500 mila dollari. Dopo un anno dalla sua fondazione, Facebook aveva già totalizzato fondi per quasi 14 milioni di dollari.

logo-facebook

La crescita di Facebook

A seguito dei vari finanziamenti e della creazione societaria di Facebook, nel 2006 Zuckerberg decide di aprire l’iscrizione a chiunque abbia più di 13 anni e un indirizzo email valido: il social arriva a 9 milioni di utenti.

L’introduzione del News Feed, la feature per sapere in tempo reale cosa stanno facendo i tuoi amici, rivoluziona il social network e la user experience, diventando una delle caratteristiche principali.

L’altra caratteristica principale è il bottone Like introdotto a inizio 2009 per fa sapere agli amici che apprezzi il contenuto che hanno condiviso.

Il 2012 è un anno di svolta: Facebook acquisisce Instagram, Oculus e Whatsapp. Zuckerberg quota il titolo Facebook al Nasdaq. A fine anno, il social network supera il traguardo del miliardo di utenti attivi.

I problemi di Facebook

Il 2017 è l’anno in cui il colosso Facebook viene messo sotto accusa per il ruolo che riveste nella diffusione delle fake news e della cattiva informazione. Molti, infatti, sostengono che il social contribuisca alla diffusione di notizie scorrette che arrivano ad alterare anche esiti politici (per esempio l’elezione di Trump o la Brexit).
Anche il 2018 è un anno problematico, come dimostra lo scandalo di Cambridge Analytica, uno dei più sentiti vista la delicatezza dell’argomento: la fuoriuscita dei dati personali degli utenti. Gli utenti coinvolti sono 87 milioni e Zuckerberg viene convocato sia dal Congresso USA che dal Parlamento Europeo, facendo un mea culpa. Nel 2019 dei documenti provenienti dalla Corte statunitense hanno dimostrato come Facebook abbia incoraggiato i bambini a spendere soldi nei giochi online.

Nonostante i recenti problemi, Zuckerberg resta saldamente alla guida di Facebook, il social con il più ampio bacino d’utenza. La crescente attenzione verso la protezione dei dati è un argomento sempre più discusso e la capacità di affrontare il problema sarà decisiva per il futuro del social.

Anche per noi la tutela dei tuoi dati e la tua sicurezza sono aspetti essenziali per permetterti di sviluppare il tuo business in modo sicuro: il nostro payoff Il primo hosting italiano Security First ne è una testimonianza. Scopri cosa significa per noi e l’importanza che diamo alla tua sicurezza leggendo il nostro articolo: Perché ci definiamo il primo hosting italiano security first?