PHP 7.4, l’ultima minor release di PHP 7, è stata rilasciata il 28 novembre 2019: l’obiettivo è di potenziare le performance e migliorare la leggibilità del codice.

In seguito al rilascio, abbiamo già reso disponibile PHP 7.4 su tutti i nostri Web Hosting multiPHP (piani Standard, Business ed Enterprise), server LAMP e Plesk (solo nuove attivazioni): per un hosting provider è essenziale fornire una versione aggiornata di PHP così da garantire maggiore sicurezza ed aumentare la velocità dei siti web che ospita.

Concentriamoci ora sulle novità e sui fattori più significativi che caratterizzano l’ultima versione.

Cos’è PHP?

PHP è un linguaggio di programmazione lato server, studiato per lo sviluppo di siti web dinamici.
Sempre più centrale nel mondo della programmazione web, PHP può essere inserito nell’HTML ed interagisce con altri linguaggi: ad esempio, WordPress stesso è sviluppato in PHP con database MySQL. È un linguaggio open source e relativamente facile da usare: proprio per questo, stiamo assistendo a continui miglioramenti dello stesso e delle funzionalità con le ultime release. Aggiornando PHP all’ultima versione 7.4, noterai miglioramenti sia in termini di performance che di sicurezza del tuo sito o applicativo web.

Quali sono le novità?

Dal 2016, PHP 7 sta rilasciando aggiornamenti annuali per rendere il codice più pulito e user-friendly, incrementando le prestazioni e la sicurezza dello stesso.
Vediamo insieme le principali novità introdotte.

Arrow Functions

Le funzioni anonime in PHP (conosciute anche come short closures) sono molto utili perché ti consentono di creare funzioni senza nomi specifici; possono, però, risultare prolisse. Con l’aggiornamento PHP 7.4, vengono introdotte le Arrow Functions, che consentono di accorciare le funzioni anonime, creando codici più brevi con una singola linea di scrittura.
Dal sito WikiPHP, prima:

Arrow functions prima di PHP 7.4

Ora:Arrow-functions-dopo-PHP

Typed properties

La tipizzazione delle proprietà è una vera e propria modifica del linguaggio e la novità introdotta dalla versione PHP 7.4 riguarda le dichiarazioni di tipo anche per le proprietà di una classe.
Citando sempre WikiPHP, prima:

tipizzazione-proprietà-prima

Grazie alla versione 7.4, non sarà più necessario usare metodi setter/getter che forzino la tipizzazione delle proprietà:

tipizzazione-proprietà-dopo-PHP

Null Coalesce

L’operatore null coalesce è un operatore di confronto che ha lo scopo di assegnare valori di default alle variabili. Con la nuova versione 7.4, sarà possibile accorciare la scrittura dell’operatore, trasformando il null coalesce da un operatore di confronto ad un operatore di assegnazione.

Se il parametro di sinistra è nullo, l’operatore assegna il valore del parametro di destra. Se il valore non è nullo, non viene fatta nessuna operazione.
Seguendo le indicazioni di WikiPHP:

null-coalesce-dopo-PHP

In sostanza, grazie alla nuova release, il codice che potrai scrivere sarà quello in ultima riga.

Preloading

Il preloading, o pre-caricamento, è una modifica che concerne il miglioramento delle performance, dal lato dell’utente (ottimizzazione UX). Grazie al pre-caricamento il server caricherà script PHP in memoria all’avvio e li renderà sempre disponibili per qualsiasi richiesta successiva.

Queste sono alcune delle principali caratteristiche introdotte ma puoi consultare l’elenco completo nel sito ufficiale, per tenerti aggiornato su tutte le novità introdotte e le funzioni deprecate.

Perché è importante aggiornare PHP?

Come detto in precedenza, PHP è il linguaggio di programmazione su cui è costruito WordPress: un terzo del web utilizza WordPress come CMS per lo sviluppo e la gestione del proprio sito web. L’utilizzo di WordPress è passato da circa il 13% nel 2011 fino a più del 33% nel 2019, in base ai dati raccolti dal sito di WordPress.
Con l’introduzione della versione 7.4, aumentano i dati di chi usa PHP deprecati: la versione 7.0 è utilizzata dal 16,2% degli utenti mentre la versione 5.6 ha una percentuale di utilizzo ancora alta, circa il 29%, come riporta il sito di WordPress.

Tenere aggiornata la versione PHP porta 2 principali vantaggi:

  • Maggiore velocità per il tuo sito: l’ultima versione PHP, infatti, essendo aggiornata con nuove funzioni renderà il tuo sito più veloce rispetto alle versioni precedenti: questo potrebbe tradursi in un migliore posizionamento in termini SEO e in una migliore esperienza dell’utente sul tuo sito.
  • Maggiore sicurezza per il tuo sito: PHP è un linguaggio di programmazione molto popolare ed un target per diversi hacker che potrebbero entrare nel tuo sito. Proprio per questo, aggiornare la versione PHP significa anche aggiornare i fattori relativi alla sicurezza, implementando soluzioni nuove e rendendo difficile agli hacker penetrare il tuo sito.

Sulla base di queste considerazioni, oltre ad aggiornare PHP è fondamentale aggiornare anche WordPress così da poter trarre il massimo beneficio in termini di performance e di sicurezza. Infatti avere una versione aggiornata di PHP, ma datata di WordPress, oppure una versione aggiornata di WordPress, ma datata di PHP, potrebbe causare errori sul tuo sito web, ostacolando la tua quotidiana operatività: se è WordPress stesso ad incoraggiare l’aggiornamento PHP usato per il tuo sito, perché non seguire il consiglio?

Noi raccomandiamo sempre versioni di aggiornare sia PHP che il tuo sito in WordPress, per questo abbiamo incluso la nuova versione nei nostri servizi, con l’obiettivo di garantirti l’adeguata sicurezza per il tuo sito web: pensiamo che l’ultima minor release, PHP 7.4, si muova decisamente in questa direzione, sia dal lato utente che dal lato programmatore.
Il mondo informatico è sempre in aggiornamento, e i più appassionati stanno già facendo il conto alla rovescia per il rilascio della prossima versione, PHP 8, in cui è già stato approvato il supporto di JIT (Just in Time): una tecnica che compilerà parti del codice in fase di esecuzione, per garantire maggiore velocità.