I webmaster devono veramente iniziare a preoccuparsi dell’influenza che l’HTTPS può avere sull’indicizzazione dei siti su Google?
Attivando il certificato SSL sui propri siti si contribuirà veramente a migliorare la qualità delle ricerche e la sicurezza della rete?

googleSecondo gli ultimi aggiornamenti sembra che questo fattore inciderà in maniera trascurabile sul pagerank di un sito, per diverse motivazioni.

Anzitutto HTTPS è uno standard per la crittografia dei dati, utile solo quando si parla di portali web che raccolgono e trasmettono dati sensibili, come ecommerce e social network.
Un blog o un sito aziendale poco se ne fanno di questa accortezza, quindi l’esser dotati o meno di tale protocollo non può essere una variabile decisiva sull’indicizzazione.

Senza contare che HTTPS non offre alcuna protezione da attacchi hacker, exploit di server e database o attacchi DDoS. Sembra che anche la previsione di una rete più sicura, possa esser smentita.

Alla domanda che ci eravamo posti nel precedente articolo, se questa mossa poteva esser solo una strategia commerciale di BigG, la risposta sembrerebbe essere… si!

Ciò non toglie che la certificazione SSL è sicuramente utile ai webmaster, ma tutto dipende dal contesto in cui operano. Progettare un portale per l’home banking e non considerare di proteggere il sito, ad esempio, è sicuramente una cattiva idea!