Vi siete mai chiesti perché i marchi importanti possono registrare nomi a dominio con solo due caratteri?
In realtà non vi è nessun regolamento eccezionale riservato ai grandi brand ma una pillola storica piacevole da condividere.

lesson-.ITCome registrare un dominio con due caratteri: Per quanto riguarda i domini .IT che al giorno d’oggi trovate registrati con soli due caratteri, possiamo prendere come caso emblematico “q8.it”.

Quando fu registrato per la prima volta, nel gennaio del 1996, vent’anni fa, il mercato dei nomi a dominio era ancora in crescita, non vi erano particolari regole che ponevano limiti sulla registrazione dei nomi a dominio .IT. Pensate che i domini registrati erano poco più che 75.000!

E’ stato fra il 1999 e il 2000 che le registrazioni dei .IT sono aumentate al punto da portare la Naming Authority ad introdurre un regolamento che imponeva il 3 come numero minimo di caratteri in un nome a dominio, questo anche per evitare problemi nel caso di creazione di  nuove province (ve.it, rm.it, mi.it, ecc).

Difatti i domini con sigla di provincia sono riservati agli enti in questione e questo accorgimento ha permesso di assegnare i domini alle nuove province via via create.
Il nome a dominio “q8.it”, come altri, è rimasto come eccezione e nel rispetto dei principi di base delle garanzie giuridiche è stato deciso che le nuove norme non avessero effetto retroattivo.

E’ vero che ci sono altre eccezioni che riguardano estensioni più internazionali del .IT, come il caso della Apple, me.com.

Ma a questo riserveremo un’altra pillola storica.