Uno dei motivi che hanno reso WordPress famoso, è la velocità con cui lo si installa e la rapidità di utilizzo. In un giorno puoi fare un sito. Dal momento che l’ostacolo tecnico è così basso, si è più liberi di dedicarsi maggiormente ad imparare come utilizzare e gestire il proprio portale.
errori-wp

Tutta questa facilità, però, può far prendere sotto gamba alcuni errori che a lungo andare possono rivelarsi molto “costosi”.

Vediamoli assieme e capiamo come evitarli.

Errore n° 1: Ignorare le guide didattiche

WordPress è noto per l’enorme quantità di supporto gratuito e disponibile su qualsiasi tipologia di argomento, che va dai “blogger principianti” agli “sviluppatori avanzati”.

Con una community così espansa nella rete, non approfittarne per approfondire le proprie conoscenze tecniche e mantenerle al minimo sarebbe un errore.

Come evitare l’Errore n°1:

E’ semplice – Salva fra i preferiti questi tutorial:

Our very own Getting Started With WordPress Series https://theme-fusion.com/getting-started-with-wordpress/

WordPress Codex: Getting Started https://codex.wordpress.org/New_To_WordPress_-_Where_to_Start%20

WordPress Beginner Tutorials http://www.wpbeginner.com/category/wp-tutorials/

SiteGround’s WordPress Tutorials https://www.siteground.com/tutorials/wordpress/

iThemes WordPress 101 https://ithemes.com/tutorial/category/wordpress-101/

 

Errore n°2: Utilizzare credenziali di login poco sicure

Mentre ci sono diversi plugin WordPress sulla sicurezza che ti aiutano a tenere al sicuro il tuo backend, i veri guardiani sono username e password.
Inserendo come utente administrator, admin o amministratore affiancato da una password debole, come l’abusata password123, è un sicuro invito per un hacker ad entrare.

Come evitare l’Errore n°2
Primo, inserire un username diverso da admin. Scegli un nome facile da memorizzare ma non così scontato da rendere l’ingresso facile ad un bot.

Secondo, sentiti libero di utilizzare il generatore di password che WordPress mette a disposizione.

 

Errore n°3: Mantenere i permalink inseriti di default

I permalink di default, forniti da WordPress, non per forza possono essere quelli che fanno al caso vostro e visto che influiscono sulla SEO e l’usabilità del sito, vale la pena farci un pensierino.

I permalink, quando strutturati bene, non solo forniscono informazioni utili su ciò che contiene un post o un articolo, quindi aiutare la SEO, ma possono essere facilmente memorizzati.

E’ più semplice memorizzare il primo o il secondo permalink?

permalink

Inoltre, i permalink visualizzati nei risultati di ricerca e nella barra degli indirizzi sul browser, possono dare un indizio al lettore su quello che andranno a leggere.

Ricordati che, una volta che Google ha indicizzato il tuo sito con una certa struttura dei permalink, sarà dura fargli riconoscere modifiche postume.

Come evitare l’errore n° 3

Fa i compiti a casa!
Prima di pubblicare anche solo una pagina, studia quale struttura permalink può risultare efficace. Non fare le cose a caso.

 

Errore n°4: Non installare Google Analytics

Analytics è lo strumento di Google che aiuta a monitorare l’andamento del tuo sito. Quante visite sta facendo, quindi il traffico, a che contenuti sono più interessati gli utenti etc..

analytics

Quando è possibile vedere quali sono le pagine che suscitano più interesse e quelle che invece vengono ignorate, è più facile capire la direzione da prendere perché il tuo sito attiri più utenti invece di farli scappare via.

Analytics è un po’ una finestra sul mondo, se la si tiene murata è difficile che il proprio progetto prenda piede.

Come evitare l’errore n° 4

Installa Google Analytics appena hai terminato di sviluppare il tuo sito. Il tema Avada semplifica la cosa riservando una sezione apposita nel campo Theme Options a cui puoi aggiungere il codice di monitoraggio di Google.

 

Errore n°5: Usare temi di scarsa qualità

Un tema scritto male può influenzare le prestazioni e l’usabilità del tuo sito.
Anche un tema con una bella demo può contenere script inutili o codici ed immagini non ottimizzati.
In altre parole, non buttarti sul primo tema che trovi!

Come evitare l’errore n° 5

Fai una ricerca su qualsiasi tema che possa catturare il tuo interesse seguendo questa scaletta:
1. Cerca più informazioni che puoi sull’autore del tema.
2. Leggi le recensioni in merito al tema scelto.
3. Guarda la cronologia degli aggiornamenti (se ad ogni aggiornamento di WordPress non corrisponde un aggiornamento del tema, è meglio non considerarlo).

 

Errore n° 6: Non impostare backup automatici

Se hai realizzato un sito e non ti sei minimamente preoccupato di assicurarti che vi sia attivo un backup, non sei stato molto furbo.

Anzi, più di frequente aggiorni il tuo sito, o più sono importanti le informazioni che contiene, più è il caso di procurarsi più soluzioni di backup!

Come evitare l’errore n° 6

E te lo stai chiedendo? Attiva subito un servizio di backup! O assicurati che il tuo provider già te lo fornisca.

 

Errore n° 7: Non aggiornare mai WordPress

E’ facile ignorare le notifiche di aggiornamento di WordPress, o addirittura avere paura di quello che potrebbe succedere se ci fosse un aggiornamento.

Bisogna imparare ad andare contro alle proprie paure e aggiornare WordPress, per 3 semplici motivi:

  1. l’aggiornamento ti aiuta a mantenere sicuro il tuo sito;
  2. prevede sempre l’aggiunta di features interessanti;
  3. mantenendo sempre aggiornati i temi e i plugin, è sicuro che tutto continuerà a funzionare senza intoppi.

Come evitare l’errore n° 7
Non ignorare gli aggiornamenti che WordPress propone e magari imposta l’aggiornamento automatico.

 

Errore n° 8: Caricare immagini non ottimizzate

Caricare immagini non ottimizzate, significa compromettere i tempi di caricamento del sito causando notevole frustrazione all’utente.
Scommetto che più di una volta hai cliccato sul pulsante “indietro” quando un sito era lento a caricare. Vuoi che succeda lo stesso con il tuo?

Come evitare l’errore n° 8

Ottimizza tutte le immagini, è molto più semplice di quanto tu creda!
E’ possibile eseguire tutte le immagini attraverso un processo di ottimizzazione e impostare “ottimizzazione automatica” per tutte quelle che verranno caricate sul sito.

Puoi seguire questo tutorial https://theme-fusion.com/wordpress-image-optimization-guide/

 

Conclusione

Ricapitolando, abbiamo parlato di quelli che sono gli 8 errori da evitare per non iniziare con il piede sbagliato, quando si sviluppa un sito con WordPress (e non solo). Ora vediamola in positivo!

Le 8 regole da seguire:

  1. Segui le community di WordPress e aggiornati più che puoi con le guide didattiche messe a disposizione da utenti più esperti.
  2. Usa sempre credenziali sicure!
  3. Personalizza i tuoi permalink in modo ragionato e a vantaggio della SEO.
  4. Installa e utilizza Google Analytics
  5. Usa temi di qualità.
  6. Imposta 1 o più backup automatici per avere sempre i tuoi dati a disposizione in caso di errori o imprevisti (ad esempio un aggiornamento andato male).
  7. Aggiorna sempre WordPress all’ultima release disponibile.
  8. Carica immagini ottimizzate.