Hai un dominio .IT? Ti regaliamo il .EU!

CMS

Errore 502 Bad Gateway, cos’è e come risolverlo

4 minuti lettura
error 502

Se nel tentativo di caricare il tuo sito web esce l’errore 502 bad gateway, cosa significa e come risolverlo velocemente?

Errore 502: cos’è

Quando si presenta l’Errore 502, conosciuto con il nome di Errore 502 Bad Gateway, si identifica quella condizione in cui si riceve una risposta non valida dal server.

Questo genere di contrattempo potrebbe comparire in qualsiasi browser, su qualsiasi sistema operativo e dispositivo. Quando il server è sovraccarico o vittima di attacco DDOS non ha più memoria disponibile per visualizzare la pagina web, restituendo l’Errore 502.

L’incidenza sulla SEO

A differenza dell’Errore 503, che indica che il server non è al momento in grado di gestire la richiesta e spesso si presenta quando un’azienda sta eseguendo delle operazioni di manutenzione su WordPress, l’Errore 502 può avere un’incidenza molto più significativa sulla SEO se non si effettuasse un intervento celere e risolutivo.

Per quanto possa sembrare una condizione di poco conto, però un’inattività che superi le 6 ore avrà un impatto notevole potrà influenzare il posizionamento del sito web sui motori di ricerca.

Errore 502: cause principali

L’Errore 502 potrebbe essere dovuto a una serie di cause diverse, che osserveremo di seguito. Inoltre, è possibile che gli hosting potrebbero utilizzare denominazioni diverse per identificare questo errore. Ad esempio, HTTP 502, Proxy error, 502 Servizio temporaneamente sovraccarico, 502 errore proxy, 502 Errore del server.

Connessione

Una delle cause più ricorrenti è quella legata a un carico consistente del server in è ospitato l’Hosting. Nel momento in cui il numero di utenti che stanno visitando il sito web è superiore alla capacità del server, questo andrà in crash e non riuscirà a inviare le informazioni. Tale inconveniente usualmente si registra per poco tempo, a volte pochi secondi, e ricaricando la pagina web si potrà accedere alla pagina web desiderata.

Cache e cookie

I browser utilizzano un processo di memorizzazione della cache sul dispositivo, al fine di velocizzare l’apertura delle pagine web. Tale vantaggio si può tradurre in un Errore 502 nel momento in cui vengono archiviati file obsoleti o danneggiati. In questo caso, la soluzione potrebbe essere quella di svuotare la cache.

Allo stesso tempo, per ragioni simili, la cancellazione dei cookie memorizzati potrebbe essere risolutiva. Se preferisci non cancellare tutti i cookie, puoi prima provare a rimuovere solo i cookie relativi al sito su cui ricevi l’errore 502.

DNS

Anche se poco frequente, l’Errore 502 può dipendere da un problema dei server DNS. Anche in questa circostanza, svuotare la cache del DNS potrebbe risolvere la problematica.

Firewall

I firewall sono fondamentali per proteggere il tuo sito dalle manovre di malintenzionati, ma possono essere eccessivamente reattivi. Alcuni servizi CDN hanno rigide regole e, per un determinato motivo, gli IP possono essere bloccati perché il sistema presuppone che vi sia del traffico illegale in transito. Se il firewall blocca l’IP, gli utenti che invieranno richieste riscontreranno l’Errore 502.

Quali le soluzioni?

Individuare il possibile problema non è semplice, bisogna verificare singolarmente quelle che possono essere le cause di un Errore 502. Di conseguenza, come agire quando si riscontra questo contrattempo?

Refresh page. Come è facile dedurre, nel caso in cui si presenti una problematica legata alla connessione internet, il primo metodo è ricaricare la pagina web. Sul browser, premendo CTRL+F5 (o solo F5) o Command+R su Mac, si invierà di nuovo la richiesta al server.

Cache. Come evidenziato in precedenza, una delle cause più comuni dell’Errore 502 Bad Gateway è da ricercare nei file danneggiati o obsoleti. Occorre procedere con lo svuotamento della cache per risolvere il problema.

Ogni browser web ha una funzione; su Chrome, il procedimento è il seguente: avviare il browser, cliccare sui tre puntini in alto a destra e selezionare Impostazioni. Nella barra di comando, posta a sinistra, bisognerà cliccare su “Privacy e sicurezza”, scegliendo poi l’opzione “Cancella dati di navigazione”. Si aprirà una finestra in cui saranno presenti le sezioni Base e Avanzate. Scegliendo la sezione Avanzate, si accederà a tutti le opzioni per cancellare la cache e i cookie.

DNS. Nel caso in cui il problema dell’Errore 502 fosse legato ai DNS, si potrebbe provvedere a svuotare la cache DNS locale. Tale operazione ha un’incidenza molto simile a quella della cancellazione della cache e dei cookie del browser.

Hosting. Uno dei primi passi da compiere è capire se il server upstream sia raggiungibile. Il server sul quale è ospitato il tuo Hosting potrebbe non rispondere a causa di un problema tecnico o di un guasto.

Disattivare momentaneamente il firewall. L’impossibilità di accedere al server può essere legata a un problema al firewall. In virtù di ciò, potresti controllare la tua configurazione per assicurarti che il tuo firewall non stia rifiutando traffico valido senza motivo e disabilitare in via momentanea il CDN o firewall per verificare se l’Errore 502 permane.

Disabilita i plugin di WordPress. L’errore 502 può anche essere dovuto a un plugin danneggiato o configurato in modo errato. Prova a disabilitare gli strumenti dal tuo sito per comprendere se l’imprevisto sia effettivamente da ricondursi a un plugin installato sul tuo WordPress.

Riavvia il computer. Se di recente hai installato un nuovo software o hai apportato modifiche al tuo pc, dovresti riavviarlo e verificare se questo risolve il problema. Se il problema permane, è probabile che sia una delle estensioni del tuo browser a causare l’Errore 502. Procedi disabilitando tutti i tool: se tende a persistere, puoi provare a ripristinare il router. Per fare ciò, scollega il router dalla presa di corrente e attendi 30 secondi prima di ricollegarlo.

Contatta il tuo provider. Se hai effettuato le procedure appena illustrate e l’Errore 502 permane, non esitare a segnalare la problematica al tuo provider per comprendere se effettivamente le cause siano fuori dalla tua area di competenza.

Conclusioni

Affidarsi a un hosting di qualità è il primo passo per ridurre al minimo l’Errore 502 bad gateway e contribuire così a rendere positiva l’esperienza utente.

Shellrent cerca di rispondere al meglio alle diverse esigenze avanzando delle soluzioni compatibili con i più diffusi CMS, tra cui WordPress, WooCommerce e Prestashop. Valuta il piano che possa essere più in linea con il tuo progetto web e avvia il tuo business online.

Avatar photo
409 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
CMS

Perché è rischioso rimandare gli aggiornamenti di WordPress

2 minuti lettura
Ignorare gli aggiornamenti di un sito WordPress è molto rischioso. Infatti, versioni obsolete di CMS e plugin favoriscono i tentativi ostili degli…
CMS

Quali tipologie di siti web si possono creare con WordPress?

5 minuti lettura
WordPress, senza ombra di dubbio, è il software maggiormente utilizzato per lo sviluppo e la gestione dei contenuti dei siti web. Gran…
CMS

Come creare un sito con WordPress da zero

3 minuti lettura
Nel panorama dello sviluppo e gestione dei siti web, WordPress domina la scena come soluzione potente e flessibile. Le sue caratteristiche lo…