Security First

Lo storage di Veeam Cloud Connect e l’immutabilità dei backup

3 minuti lettura
Veeam Cloud Connect e l'immutabilità dei backup

Avere un’infrastruttura di backup solida e in grado di rispondere in modo efficace a situazioni problematiche è essenziale. Cosa succederebbe in caso di compromissione dei dati? Impostare una strategia di backup e disaster recovery è fondamentale per assicurare la continuità delle operazioni aziendali.

Nell’era del cloud e della virtualizzazione, Shellrent ha stretto una partnership con Veeam per offrire a tutti i clienti soluzioni di backup ad alta efficienza, pensate in particolar modo per infrastrutture IT complesse.

Nella nostra proposta puoi trovare una soluzione di backup in cloud con Veeam, utile a perfezionare la tua strategia di disaster recovery.

Backup e disaster recovery con Veeam Cloud Connect

Se hai già una soluzione di backup basata su Veeam, puoi rispettare facilmente la regola 3-2-1 aggiungendo un backup remoto tramite Veeam Cloud Connect. In merito si esprime anche Hassan Metwalley, fondatore di Ermes Cyber Security:

Per iniziare a fare il backup è bene seguire la regola del backup 3-2-1: salvare i dati 3 volte, utilizzare 2 differenti tecnologie, tenere 1 dei backup fuori dall’ufficio o dall’ambiente domestico.

Come funziona Veeam Cloud Connect? Se hai dei server e una soluzione di backup Veeam, ad esempio 2 server dedicati hypervisor in casa che fanno il backup su un NAS (situazione 2-1-0), con il nostro servizio, perfettamente integrato, puoi aggiungere una copia automatica del backup nel nostro spazio nel cloud, aggiungendo 1 copia di backup (3-1-0), su una tecnologia diversa (3-2-0), in uno spazio off-site (3-2-1).

A livello di spazio, le soluzioni vanno da 100 GB a 20000 GB, per garantirti lo spazio di archiviazione necessario.

I dati saranno sempre disponibili su una piattaforma Veeam, che garantirà flessibilità d’uso per backup granulari, completi o incrementali e un miglioramento delle politiche di disaster recovery, senza il costo e la complessità della gestione di una seconda infrastruttura.

Sicurezza

  • WAN Accelerator per un restore immediato
  • Storage ridondato sul quale i dati possono essere salvati in completa sicurezza
  • Dati protetti, sicuri e ridondati, replicati in massima sicurezza

Accessibilità

  • Accesso tramite Cloud Connect per ripristinare le istanze virtuali con un sistema cifrato
  • Accesso ai dati immediato e da qualsiasi dispositivo
  • Gestione dei privilegi di accesso per organizzare utenti e accessi multipli

Gestione

  • Spazio storage ampliabile in pochi secondi, senza interventi tecnici
  • Partizionamento delle quote di spazio con più utenze e privilegi di accesso allo storage

Storage avanzato

Veeam Cloud Connect integra uno storage avanzato, che prende il nome di Hardened Linux Repository, a massima affidabilità poiché rende immutabili i backup per una durata di 7 giorni.In sostanza, si tratta di una soluzione di archiviazione che impedisce l’eliminazione e la modifica dei backup.

Ciò significa che, grazie all’immutabilità, esisterà sempre una versione intatta dei dati: i backup non potranno essere in alcun modo manipolati nemmeno in uno scenario di attacco ransomware o errore umano.

I backup sono sempre disponibili al ripristino a fronte di operazioni che ne hanno causato la compromissione o il danneggiamento o in occasione di azioni illegittime da parte di malintenzionati.

Le licenze Veeam

Per utilizzare Veeam Cloud Connect è necessario abbinare una licenza Veeam: i nostri Team tecnico e commerciale hanno ottenuto tutte le certificazioni necessarie per fornire il massimo supporto e assistenza alle richieste dei clienti.

Le licenze di Veeam Backup & Replication forniscono l’availability per tutti i workload, cloud virtuali e server fisici: grazie alla semplice console di gestione, puoi ottenere backup, ripristino e replica veloci e affidabili di tutte le applicazioni e i dati.

Le licenze Veeam Backup & Replication si distinguono in quella Standard ed Enterprise e comprendono entrambe backup, ripristino e replica sui seguenti carichi di lavoro:

  • Virtuale, VMware, Hyper-V, Nutanix.
  • Server.
  • Workstation.

La licenza Enterprise aggiunge NFS/SMB NAS (unità da 250 GB).

Come monitorare la tua infrastruttura

Per tenere sempre sotto controllo l’infrastruttura puoi aggiungere una soluzione di monitoraggio, come il nostro servizio di Active Monitoring. In sostanza, grazie all’impostazione di sonde, il servizio riuscirà ad avvisarti quando lo stato di un applicativo sul server o sul dispositivo cambia, per minimizzare il downtime.

Quali sono i punti di forza?

  • Attivazione fino a 10 sonde sui parametri scelti: connessione SSH, RDP, HTTP/HTTPS, FTP, IMAP/POP3/SMTP, Carico real time sulla CPU, occupazione memoria RAM e spazio disponibile di Storage o porta personalizzata.
  • Monitoraggio in tempo reale da Pannello Manager
  • Intervento tecnico avviato automaticamente per ogni sonda monitorata
  • Notifica tramite SMS o email della rilevazione dell’errore

Scegliendo il Monitoring Managed, oltre alle specifiche appena elencate, sarà attivando l’intervento automatico di un operatore nel caso di un failure su di una sonda. L’intervento tecnico viene effettuato durante gli orari di assistenza tecnica previsti e ha lo scopo di ripristinare nel più breve tempo possibile il servizio che ha manifestato il blocco.

Il servizio di monitoraggio è attivo su Cloud VPS, Private Cloud e Server Dedicati.

Avatar photo
433 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Security First

Come nascondere la versione di Nginx e Apache su Linux e Unix

4 minuti lettura
Stai usando Nginx o Apache sul tuo server web? Presta attenzione alla versione del software, verificando che non sia visibile negli header…
Security First

Attacco DDoS: cos'è e come prevenirlo

2 minuti lettura
Gli attacchi DDoS, acronimo di Distributed Denial-of-Service, rappresentano una seria minaccia. Questa tipologia di attacco ha l’obiettivo di sopraffare un server, una…
Security First

Violazioni dati sul cloud: come Veeam può proteggerli

2 minuti lettura
I dati aziendali archiviati in cloud sono diventati i bersagli preferiti degli hacker, costringendo le aziende a investire cifre record per adottare…