Security First

IoT: la rivoluzione delle nuove tecnologie

1 minuti lettura
Nuove tecnologie IoT NEWS
Nuove tecnologie IoT NEWS

Come l’Internet of Things (IoT) sta cambiando le nostre case, luoghi di lavoro e stili di vita? Il termine IoT fa riferimento agli oggetti intelligenti e a tutti quei dispositivi connessi alla rete con diverse funzionalità, dalla self-awareness all’interazione con l’ambiente circostante o all’elaborazione dei dati: tutto questo, per portare nel mondo digitale gli oggetti, le cose, che fanno parte della nostra quotidianità.

Nel corso degli anni gli ambiti di applicazione si sono notevolmente evoluti: uno su tutti la smart home, ma non dimentichiamo anche le auto intelligenti, la smart logistics e le smart city. A seconda delle applicazioni dell’IoT, potrebbe essere necessario utilizzare dispositivi di prossimità, Edge Computing, per l’aggregazione ed elaborazione in tempo reale dei dati, e di conseguenza con i servizi in cloud che potranno eseguire l’analisi su big data, machine learning e intelligenza artificiale.

Secondo l’Osservatorio Internet of Things 2020 della School of Management del Politecnico di Milano, il mercato dell’IoT in Italia nel 2019 ha superato i 6 miliardi di euro (un tasso di crescita del 24% rispetto ai valori segnati nel 2018). I principali segmenti IoT sono Smart metering e Smart asset management nelle utility con quasi 2 miliardi.

Internet of Things: i rischi per security e privacy

Un mercato in forte espansione, che non accenna ad arrestarsi, ma che comporta anche diverse implicazioni in termini di sicurezza e privacy. Ovviamente, all’aumento dei dispositivi connessi, aumenta anche il numero di vulnerabilità e di punti di accesso per un possibile attacco informatico.

La cyber security dell’IoT non riguarda solo i dati raccolti ma anche la possibilità che gli attaccanti possano impartire comandi agli oggetti smart da remoto. Proprio per questo nel 2019 nasce il Cyber Security Act, il regolamento che assegna all’ENISA il compito di proteggere gli utenti da attacchi hacker. In aggiunta, l’ETSI ha rilasciato lo standard per la sicurezza informatica da applicare al mercato IoT con le regole per garantire la sicurezza nei dispositivi connessi, rendendoli conformi al GDPR.

Un modo per offrire maggiore protezione ai dispositivi è utilizzare una VPN sui tuoi dispositivi connessi al Wi-Fi, in questo modo l’esperienza di navigazione sarà più sicura.

Sono sempre di più i dispositivi connessi e l’attenzione alla sicurezza ricopre un ruolo fondamentale per poter essere al passo con l’evoluzione IoT.

Foto Manager Elena Parise
93 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
Security First

Come nascondere la versione di Nginx e Apache su Linux e Unix

4 minuti lettura
Stai usando Nginx o Apache sul tuo server web? Presta attenzione alla versione del software, verificando che non sia visibile negli header…
Security First

Attacco DDoS: cos'è e come prevenirlo

2 minuti lettura
Gli attacchi DDoS, acronimo di Distributed Denial-of-Service, rappresentano una seria minaccia. Questa tipologia di attacco ha l’obiettivo di sopraffare un server, una…
Security First

Violazioni dati sul cloud: come Veeam può proteggerli

2 minuti lettura
I dati aziendali archiviati in cloud sono diventati i bersagli preferiti degli hacker, costringendo le aziende a investire cifre record per adottare…