Scopri HOLIDEALS, il Black Friday dell'estate, con sconti dal 40 al 100% per tutto il mese di agosto!link

Breaking News

Windows Server 2022: confronto tra edizioni Standard, Datacenter, Azure

2 minuti lettura
Novità Windows Server 2022

Il 19 agosto 2021 Microsoft ha ufficialmente rilasciato Windows Server 2022 in 3 diverse versioni: Standard, Datacenter e Datacenter: Azure Edition, che consente di sfruttare i vantaggi del cloud. Tutte le versioni prevedono modalità di installazione Core o Desktop Experience, così come già per le precedenti.

Quali sono le novità di Windows Server 2022?

Rispetto a Windows Server 2019, la versione 2022 introduce diversi nuovi spunti in tema di sicurezza, integrazione e gestione ibrida grazie ad Azure. Un lavoro incentrato sulla sicurezza fondamentale soprattutto in questo momento storico per evitare attacchi informatici e assicurare un livello di protezione maggiori per aziende e workload.

Maggiore sicurezza per Windows Server 2022

Tra le nuove misure di sicurezza introdotte dalla versione 2022 troviamo:

  • Secured-core server: l’obiettivo è proteggere dagli attacchi mantenendo i dati in sicurezza, grazie ai seguenti punti:
    • Difesa preventiva: consente di difendersi e interrompere in modo proattivo i percorsi malevoli, ottimizzando tempi e risorse.
    • Sicurezza semplificata: offre la garanzia che l’hardware, il firmware e il driver forniti siano sicuri.
    • Protezione avanzata: sfrutta misure per creare una piattaforma sicura come hardware root-of-trust, firmware protection, virtualization-based security.
  • HTTPS e TLS 1.3: sono impostati come predefiniti nella versione Windows Server 2022 per crittografare i dati e fornire un canale di comunicazione sicuro tra due endpoint.
  • DNS sicuro su HTTPS: questo aiuta a mantenere il traffico privato.

Integrazioni e funzioni particolari di Windows Server 2022

La versione 2022 cerca di migliorare la precedente offrendo nuove integrazioni come:

  • Virtualizzazione annidata per i processori AMD: questa funzione consente di eseguire Hyper-V all’interno di una VM tramite processori AMD.
  • Browser Microsoft Edge: è il browser integrato di default nella versione 2022.
  • Storage Migration Service: permette di migrare facilmente verso altri Windows Server o macchine Azure.
  • Adjustable storage repair speed: consente di risincronizzare i dati allocando le risorse per gestire i cluster in modo flessibile.
  • SMB compression: la funzione consente di comprimere i file per ottenere maggiore velocità e minore consumo di banda durante il trasferimento in rete.

Gestione ibrida di Azure in Windows Server 2022

Sono sempre maggiori le funzioni introdotte per integrare completamente Azure e Windows Server 2022. In particolare:

  • Azure Arc: grazie a questa funzione, quando una VM ibrida viene connessa ad Azure verrà considerata come risorsa in Azure.
  • Hotpatch: elimina il riavvio obbligatorio in seguito all’installazione di nuovi aggiornamenti offrendo quindi una rapida distribuzione, migliori prestazioni e un minore carico.

Confronto tra le edizioni Standard, Datacenter e Datacenter: Azure Edition

Le tre versioni dispongono di numerose funzionalità in comune ma, ovviamente, differiscono per alcune caratteristiche che ti saranno d’aiuto per individuare la versione più adatta alle tue esigenze.

Nella tabella di seguito riportata, presentiamo le differenze tra le versioni Standard, Datacenter e Datacenter: Azure Edition.

FunzionalitàStandardDatacenterDatacenter: Azure Edition
Azure Extended NetworkNoNoSi
HotpatchingNoNoSi
SMB su QUICNoNoSi
Storage replicaSi: 1 in collaborazione e 1 gruppo di risorseSi: illimitatoSi: illimitato
Storage Spaces DirectNoSiSi
Software-defined networkingNoSiSi
Attivazione ereditataCome guest se ospitato in DatacenterSia host che guestSia host che guest

Per quanto riguarda i limiti le versioni Standard e Datacenter differiscono in termini di utilizzo come guest di virtualizzazione: la prima infatti include due VM e un host Hyper-V per licenza; la seconda invece VM illimitate e un host Hyper-V per licenza.

Quali sono le future aspettative su Windows Server e Azure?

Windows Server 2022 ha introdotto diverse novità in termini di interfaccia, contenuti e sicurezza ponendosi, in ogni caso, come soluzione di continuità rispetto alle versioni precedenti. I margini di innovazione di sistemi on-premises sono sempre più ridotti ma l’investimento verso il cloud non preclude la continuità del software in locale.

Possiamo vedere il cloud come un obiettivo da perseguire nel percorso di trasformazione digitale in ottica delle continue nuove opportunità e strategie IT ibride.

Autore Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
La Webmail di Shellrent
Breaking News

La Webmail di Shellrent

1 minuti lettura
La Webmail di Shellrent offre un’interfaccia intuitiva e funzionale in grado di garantire una gestione ottimale delle caselle di posta. Puoi accedere…
La PEC diventa europea: cosa cambia per l’Italia?
Breaking News

La PEC diventa europea: cosa cambia per l’Italia?

3 minuti lettura
La Posta Elettronica Certificata (PEC) si è affermata, ormai da qualche anno, nel quotidiano di imprese, Pubblica Amministrazione, professionisti, imprenditori con partita…
Sta per arrivare l’Holideals: scopri le promozioni di Shellrent
Breaking News

Sta per arrivare l’Holideals: scopri le promozioni di Shellrent

2 minuti lettura
Prendi nota: manca davvero poco all’Holideals dell’estate di Shellrent! Per tutto il mese di agosto, potrai approfittare di sconti tra il 40…