Promo del mese: -75% su Hosting e VPS per gli iscritti alla newsletter!

Security First

Certificato SSL a pagamento o il gratuito Let’s Encrypt: quale scegliere

4 minuti lettura
Let’s Encrypt o Certificato SSL a pagamento? Vantaggi e svantaggi

Se gestisci un sito web o un e-commerce, la salvaguardia dei dati personali degli utenti rappresenta un fattore determinante. Per garantire la sicurezza delle informazioni trasmesse tra client e server è necessario applicare un certificato SSL.

Esistono certificati SSL a pagamento e l’opzione free offerta da Let’s Encrypt. A questo punto, la domanda può sorgere spontanea: qual è la scelta migliore tra un certificato SSL a pagamento e uno gratuito?

Quali sono le differenze tra Let’s Encrypt e i certificati SSL a pagamento

Let’s Encrypt è una Certificate Authority che rilascia gratuitamente certificati a domain validation con durata di 90 giorni e attivati nel giro di pochi secondi.

certificati gratuiti Let’s Encrypt rappresentano la soluzione ideale per chi ha un sito vetrina e per quei progetti web che non hanno a che fare con dati sensibili. Sono una scelta conveniente e accessibile che offre comunque un livello di protezione adeguato per la maggior parte dei siti web. Tuttavia, se il tuo sito gestisce transazioni finanziarie o prevede la trasmissione di dati sensibili degli utenti, potresti preferire un certificato SSL a pagamento, che offre di solito un livello più elevato di garanzia e supporto.

Il certificato SSL gratuito Let’s Encrypt:

  • non prevede validazione via email, nè un controllo effettivo tra il proprietario del dominio e chi lo ha registrato;
  • non offre garanzia né supporto.

Certificati SSL a pagamento garantiscono una più estesa protezione nella comunicazione client-server. Sono per questo indicati per siti web che gestiscono dati sensibili o transazioni finanziarie, dove la sicurezza e l’affidabilità sono prioritari.

SSL: differenze in base al tipo di validazione

I Certificati SSL a pagamento si differenziano a seconda del processo di validazione a cui vengono sottoposti:

  • Domain Validation (DV): è la certificazione standard e verifica che il richiedente abbia la titolarità effettiva del dominio di cui chiede il certificato. In genere, viene rilasciato in pochi minuti.
  • Organization Validation (OV): la procedura di validazione prevede che l’Autorità di Certificazione contatti l’azienda titolare del dominio e richieda informazioni e documenti che dimostrino la sua reale esistenza e identità, prima di provvedere al rilascio del certificato SSL.
  • Extended Validation (EV): come per i Certificati SSL a OV, anche la EV prevede una verifica dell’azienda che ne fa richiesta, via telefono ed e-mail per assicurarsi della veridicità dei dati e dell’autenticità dell’azienda a cui il dominio è collegato. Oltre al lucchetto, un SSL EV garantisce al sito la barra verde, certificando il nome dell’azienda nell’indirizzo web.

Come capire se un sito ha un certificato SSL

Per capire se un sito possiede un certificato si potrebbe far riferimento a 2 evidenti indizi, che è possibile osservare nella barra di ricerca a fianco dell’URL:

  • L’icona del lucchetto.
  • Il prefisso HTTPS nell’URL, acronimo di “HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer”.

Come già accennato, i browser mostrano evidenti segnali quando non appurano la presenza di un certificato SSL onde avvisare l’utente riguardo la mancanza di una connessione sicura.
L’avviso può variare a seconda del browser, ma comunemente indica il sito web come “non sicuro” o che la connessione non è privata.

3 ragioni per cui attivare un certificato SSL

L’applicazione di un SSL è essenziale per proteggere il proprio progetto con il protocollo HTTPS, fornendo una trasmissione sicura delle comunicazioni tra client e server.

Quali sono, più nello specifico, le ragioni per cui attivare un certificato SSL?

1. Protocollo HTTPS

Google predilige i siti coperti dal protocollo sicuro HTTPS. In assenza di un certificato SSL, i motori di ricerca avvertono l’utente circa i rischi dovuti all’esposizione dei loro dati, quindi al pericolo che le informazioni trasmesse vengano intercettate da terzi.

In sostanza, il certificato SSL assicura che i dati personali, come le credenziali di accesso a un servizio online o le informazioni bancarie, siano protetti da intercettazioni da parte di utenti malintenzionati.

2. Posizionamento SEO

Google ha dichiarato fin dal 2014 che il protocollo HTTPS è un fattore di ranking, ovvero un elemento che può influire sulla posizione di un sito web nei risultati di ricerca. In particolare, i motori di ricerca tendono a posizionare più in alto i siti web che utilizzano il protocollo HTTPS, rispetto a quelli che non lo utilizzano.

Il protocollo HTTPS viene considerato un fattore di ranking per diversi motivi. Come già evidenziato, il protocollo HTTPS garantisce la sicurezza dei dati trasmessi tra il browser dell’utente e il server del sito web. Ciò significa che i dati personali degli utenti, come i dati di pagamento o le informazioni di accesso, sono protetti da intercettazioni e attacchi informatici.

In secondo luogo, il protocollo HTTPS contribuisce alla user experience. Gli utenti sono più propensi a fidarsi e a interagire con i siti web che utilizzano HTTPS, in quanto sanno che i loro dati sono al sicuro.

3. Affidabilità

I siti web che hanno all’attivo un certificato SSL sono contraddistinti da segnali visivi immediati, come l’icona di un lucchetto accanto alla barra degli indirizzi. Tali segnali indicano agli utenti che la connessione tra il loro browser e il sito è criptata e sicura.

La presenza di un certificato SSL è fondamentale per gli e-commerce, in quanto contribuisce a generare fiducia e sicurezza. Gli utenti che visitano un e-commerce con un certificato SSL sono più propensi ad acquistare, poiché si sentono protetti da rischi di frode e di furto dei dati personali.

Shellrent e Sectigo

Proteggere il proprio sito web dalle sconfinate minacce presenti in rete è, al giorno d’oggi, essenziale. In quest’ottica, Shellrent si è affidata alla Certificate Authority (CA) Sectigo, una delle autorità di certificazione più longeve su scala internazionale, per fornire un ventaglio di soluzioni diversificate che possano rispondere a differenti esigenze.

L’installazione dei certificati SSL è inclusa e gratuita per tutti i nostri Hosting e l’attivazione avverrà nel giro di pochi minuti, in modo automatico. Inoltre, salviamo in modo cifrato le chiavi di ogni certificato e solo il proprietario potrà vederle e recuperarle in caso di necessità.

Avatar photo
410 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Security First

Cosa possono fare gli hacker dopo aver violato una casella email

3 minuti lettura
La posta elettronica è diventata un mezzo indispensabile in ambito professionale per la comunicazione rapida, la condivisione di documenti e la tracciabilità…
Security First

SSL: come capire se un sito web è sicuro

4 minuti lettura
La sicurezza in rete è sempre più importante, soprattutto alla luce dell’enorme quantità di dati sensibili che trasmettiamo online. Per questo motivo,…
Security First

Soluzioni di backup e ripristino avanzate: ecco Veeam

2 minuti lettura
La necessità di proteggere le informazioni critiche è diventata una priorità fondamentale. Un attacco informatico, un guasto o un errore umano possono…