Ti aspettiamo anche sul nostro sito!link
CMS

Come proteggere un sito WordPress da spam?

1 minuti lettura
Come proteggere WordPress dallo spam

I siti WordPress sono spesso vittima di spam attraverso commenti, e-mail, forum o form di contatto. Le conseguenze potrebbero danneggiare la sezione commenti delle tue pagine ma anche il posizionamento SEO del tuo sito.

Quali sono le conseguenze dello spam su WordPress e come fermarlo?

Lasciare lo spam incontrollato potrebbe incidere sulla user experience degli utenti che visitano il tuo sito, provocando:

  • Perdita di posizioni su Google: il motore di ricerca, infatti, controlla non solo i link presenti sul tuo sito ma anche quelli nella sezione commenti;
  • Rischio alla sicurezza dei visitatori: i link annidati nella sezione commenti spesso conducono a siti malevoli, rischiando anche virus.
  • Tempi di caricamento più lunghi: troppi commenti possono sovraccaricare il database WordPress, rallentando il sito e rischiando una diminuzione del traffico complessivo.

Come fermare lo spam?

Purtroppo lo spam nei commenti è inevitabile e non c’è un modo per fermarlo completamente. Per moderarlo, però, puoi utilizzare dei tool di WordPress creati appositamente.

Inizia attivando la moderazione dei commenti: in questo modo, sarà compito tuo approvare tutti i commenti prima che verranno postati sul sito.

Dalla tua dashboard di WordPress, vai alla sezione Impostazioni – Discussione attivando le impostazioni che ritieni necessarie per prevenire quanto più possibile lo spam, ad esempio, impostando l’approvazione manualmente del commento prima che venga postato o obbligando l’autore del commento a inserire nome e indirizzo e-mail.

Inoltre, ti consigliamo di utilizzare CAPTCHA sui tuoi form in WordPress per impedire che vengano utilizzati dai bot.

Akismet: il plugin anti-spam

Akismet è un plugin indispensabile, con più di 5 milioni di installazioni all’attivo. È l’ideale per evitare commenti spam e proteggere il tuo sito da contenuti malevoli. Tra le principali funzionalità di Akismet:

  • Controllo automatico di tutti i commenti ricevuti, contrassegnando quelli spam.
  • Verifica se la marcatura spam è stata effettuata da Akismet o da un moderatore per avere una panoramica completa.
  • Gli URL sono visibili all’interno del commento per verificare subito link nascosti o ingannevoli.

Fermare completamente lo spam è impossibile ma, seguendo questi consigli potrai sicuramente arginare i commenti spammosi e evitare che il tuo sito perda punti in ottica SEO.

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
CMS

WordPress vs site builder: quale scegliere?

2 minuti lettura
Quale piattaforma scegliere per realizzare il tuo sito web? Meglio utilizzare WordPress oppure un site builder? E tra i numerosi site builder…
CMS

Come installare WordPress in locale con XAMPP

2 minuti lettura
Perché installare WordPress in locale utilizzando XAMPP? Installare e configurare WordPress su un ambiente locale permette di testare le caratteristiche e le…
CMS

Quali sono le 5 migliori alternative a WordPress?

2 minuti lettura
Secondo le stime di W3 Techs, WordPress detiene una quota di mercato pari al 69% comparato agli altri CMS noti. Nato nel…