Scopri le offerte del Black Friday 70% OFF!link
Breaking News

Vantaggi dei nomi di dominio su blockchain Ethereum grazie a ENS

3 minuti lettura
domini e criptovalute

Di recente ENS (Ethereum Name Service), il protocollo open-source che consente agli utenti di registrare dei domini .ETH compatibili con la blockchain Ethereum, ha annunciato la possibilità di connettere qualsiasi dominio a ENS per offrire ai titolari di portafogli di criptovaluta una soluzione semplice e immediata.

Se il .eth è supportato nativamente e offre i massimi benefici in termini di sicurezza, la piattaforma è in continua evoluzione e potrai anche importare qualsiasi dominio già registrato con estensioni differenti, tra cui .com, .app, .io, .xyz e molte altre.

Come funziona ENS?

ENS rappresenta alla perfezione un esempio di progetto decentralizzato basato sulla blockchain di Ethereum ed è stato ideato inizialmente per aiutare le persone a ricordare meglio gli indirizzi dei wallet di criptovalute. Il concetto è molto simile a quello degli indirizzi IP e dei nomi di dominio, creati appunto per evitare che le persone dovessero ricordare l’indirizzo IP, solitamente lungo e complesso.

Il funzionamento degli indirizzi wallet è del tutto analogo perché di solito sono composti da un’unione casuale di cifre e lettere, difficili da ricordare. Grazie all’idea di ENS i titolari del wallet possono sostituire le parole con gli indirizzi del wallet stesso.

Il meccanismo è molto semplice: ENS offre dei domini nel formato nomedominio.eth: questi indirizzi .ETH sono mappati a un indirizzo wallet e, sfruttando l’integrazione DNS completa, chiunque potrà registrare il proprio nome di dominio reale e collegarlo al proprio portafoglio Ethereum.

L’evoluzione del mercato dei domini

Il mercato dei domini è in continua espansione e anche in Shellrent potrai registrare il tuo dominio scegliendo tra oltre 1.300 estensioni. Nonostante il ventaglio di scelta di TLD sia sempre più ampio spesso le aziende e i privati cercano di registrare domini simili perché ritenuti vincenti e questo fa aumentare il loro prezzo. Lo stesso meccanismo si verifica con ENS che consente di registrare dei domini .ETH compatibili con la blockchain Ethereum.

Come importare il DNS di un dominio su ENS?

ENS ha scritto una guida approfondita con la procedura completa, step by step, per importare il dominio sulla piattaforma ENS. Puoi leggere la guida qui ma, per supportarti al meglio, vogliamo riassumerti i principali passaggi.

  1. Registra il tuo dominio su Shellrent.
  2. Connetti il tuo wallet Ethereum alla piattaforma ENS attraverso la voce Connect in alto a sinistra.
  3. Nell’apposita barra di ricerca, inserisci il nome di dominio registrato che vorresti importare in ENS.
  4. Nel frattempo, ricordati di abilitare DNSSEC sul tuo dominio e di impostare un record TXT che contenga nel campo hostname la voce “_ens” e nel campo data la voce “a=[indirizzo Ethereum]”.
  5. Torna nell’interfaccia ENS e, se tutti i passaggi sono stati effettuati correttamente, potrai procedere all’importazione del tuo dominio su ENS.
  6. Cliccando su Register il tuo wallet chiederà di confermare la richiesta.
  7. L’unico costo da sostenere riguarderà la gas fee imposta da Ethereum e una volta confermata terminerà il processo di importazione e potrai avere il dominio su ENS.
  8. A questo punto potrai usare il tuo nome di dominio per ricevere Ethereum o altre tipologie di token basati su questa blockchain.

Per approfondire: Come funziona e come si applica la tecnologia blockchain?

Vantaggi di avere un dominio su blockchain Ethereum

Per sua natura la blockchain è immutabile e permanente: questo significa che i domini realizzati su blockchain Ethereum rimarranno per sempre perché potranno essere modificati solo da chi detiene le chiavi di accesso.

La tecnologia blockchain, infatti, presenta numerosi vantaggi come:

  • Digitalizzazione dei dati: le informazioni sono conservate in formato digitale;
  • Decentralizzazione: i dati sono distribuiti su più nodi per una maggiore sicurezza;
  • Disintermediazione: le transazioni sono condotte senza la presenza di intermediari;
  • Trasparenza e verificabilità: il contenuto del registro è trasparente, consultabile e verificabile da parte di chiunque;
  • Immutabilità del registro: tutti i dati presenti non posso essere modificati senza il consenso della rete;
  • Tracciabilità dei trasferimenti: ogni informazione presente nel registro è tracciabile così da individuarne la provenienza;
  • Programmabilità dei trasferimenti: ogni operazione può essere programmata.

Un ulteriore vantaggio di avere il dominio su blockchain potrebbe derivare dalla decentralizzazione: distribuendo i dati potrebbe risultare più difficile per gli hacker condurre attacchi che sfruttano le vulnerabilità DNS.

Autore Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
Breaking News

Cybersecurity: una guida all’approccio Zero Trust

2 minuti lettura
Cos’è il modello Zero Trust Zero Trust è un modello a tutela della cybersecurity introdotto da Forrester nel 2009 e si basa…
Breaking News

Preparati al 70% di sconto per il Black Friday Shellrent

1 minuti lettura
Manca davvero poco al Black Friday! Dal 15/11/2021 al 26/11/2021 potrai approfittare del 70% di sconto su moltissimi prodotti come hosting, cloud…
Breaking News

Ti aspettiamo al WordCamp per parlare di WordPress e Security

1 minuti lettura
Siamo felici di annunciarti la nostra partecipazione al WordCamp Italia 2021, l’evento di punta legato al CMS più conosciuto e utilizzato sul…