Digital Marketing

Il 31 marzo ricorre la giornata mondiale del backup

3 minuti lettura
Il 31 marzo ricorre la giornata mondiale del backup

Il 31 marzo di ogni anno ricorre il World Backup Day, ovvero la giornata che vuole sensibilizzare gli utenti verso il tema della sicurezza informatica e dedicata alla protezione dei dati.

Perché si celebra la giornata mondiale del backup?

Oggigiorno, i casi di perdita di dati sono più frequenti di quel che potresti pensare. La rottura di un supporto fisico o gli attacchi informatici sono sempre dietro l’angolo. Seppur lentamente, sta crescendo la consapevolezza dell’importanza di tenere al sicuro i dati e il World Backup Day è una ricorrenza di supporto in quest’ottica.

Secondo le stime aggiornate al 2023, il 30% delle persone non ha mai fatto un backup, né su dispositivi fissi come computer desktop né su dispositivi mobili come smartphone o tablet. Queste persone potrebbero rientrare tranquillamente in altre statistiche preoccupanti: al 29% chi cancella inavvertitamente dei dati fondamentali nel lavoro o nella vita privata, senza possibilità di recuperarli.
Al contempo, è stimato che più di 113 telefoni ogni minuto vengano rubati o smarriti nei luoghi più disparati: un dato altrettanto delicato visto l’utilizzo che ognuno di noi fa dello smartphone quotidianamente, tra foto, dati di account e di pagamento.

Infine, a rendere ancora più delicato il problema, è stimato che, ogni mese, almeno 1 computer su 10 venga infettato in maniera irreversibile da un virus, anche se protetto con antivirus. Il pericolo arriva soprattutto dall’utilizzo di Internet: gli hacker sono infatti in grado di creare malware che si insinuano all’interno dei nostri sistemi operativi semplicemente cliccando su banner o visitando una pagina, senza bisogno di alcuna operazione come installare un programma o scaricare un file .zip.

Tutti questi problemi possono essere evitati semplicemente ricorrendo ad un backup programmato e periodico di tutti i dati su supporti di memorizzazione diversi in base alle proprie esigenze; con il tempo, acquisendo questa buona pratica, la procedura diventerà un appuntamento fondamentale per la sicurezza dei dati.

Perché è importante effettuare backup regolari?

Partendo dal presupposto che il backup sia ormai uno standard necessario per ridurre gli effetti negativi degli attacchi informatici, bisogna capire come effettuare la procedura attraverso strumenti strutturati e ben gestiti. Salvaguardare i dati, infatti, richiede anche una certa perspicacia perché, in relazione alla tipologia di documenti e file può essere opportuno predisporre una strategia di duplicazione diverse che mirino a ottenere la più totale tranquillità e certezza possibile.

Perché il backup è così importante? I motivi sono tanti:

  • Eventi imprevisti: un hard disk danneggiato, un furto o un incendio possono cancellare in un attimo anni di lavoro e ricordi preziosi. Un backup regolare permette di recuperare tutto in tempi brevi.
  • Errori umani: capita a tutti di cancellare accidentalmente un file importante o di sovrascriverlo con una versione precedente. Con un backup, è possibile ripristinare la versione corretta del file in pochi clic.
  • Attacchi informatici: i cybercriminali sono sempre più attivi con malware, ransomware e phishing sempre più sofisticati.

Organizzare i dati prima di effettuare il backup

Prima di iniziare la procedura di backup bisogna capire quali dati sono importanti e quali superflui: sembra banale ma, giornalmente, accumuliamo sui nostri dispositivi molti dati che non sono utili e che quindi occupano solo spazio, con il rischio di farlo moltiplicare ricorrendo a backup indiscriminati.

In informatica, le copie di sicurezza si distinguono tra:

  • dati attivi
  • dati inattivi
  • dati inutili che, come si intuisce già dalla definizione, individuano file dalla diversa utilità in ordine per il quale la loro perdita va dalla maggiore gravità per quanto riguarda i file attivi, e una gravità nulla per i file inutili.

Prima di fare il backup, quindi, bisogna concedersi qualche ora a fare una selezione fra dati da copiare, cancellando o non immettendo nella procedura di backup i dati inutili; per non rendere questa operazione parecchio gravosa, una buona idea può essere quella di fare un’organizzazione logica delle proprie cartelle, suddividendo a monte i file per tipologia di dati: ad esempio, distinguere per utilità in base al lavoro (se si lavora nell’edilizia, una buona idea è creare cartelle specifiche per ogni singola commessa o cantiere); funzione (la posta elettronica va con la posta elettronica, le fatture vanno con le fatture etc.) oppure per tempo libero permetterà un maggiore controllo dei dati in generale, corrispondente di conseguenza a una miglior efficienza quando si fa un backup.

Se questa organizzazione logica delle cartelle non è mai stata eseguita, è una buona idea farla prendendosi qualche ora prima di avviare il backup dei dati: il motivo di questo consiglio risiede nel fatto che una buona selezione dei file a lavoro oltre a migliorare e velocizzare le eventuali procedure di backup quanto necessarie, garantisce anche una migliore efficienza nel recupero e consultazione, traducendosi quindi in una produttività maggiore.

Vantaggi del backup in cloud storage

Immagina di poter eseguire backup automatici o manuali da un’interfaccia semplice e intuitiva. E di avere accesso ai tuoi file da qualsiasi dispositivo, ovunque tu sia, in qualsiasi momento. Con il Cloud Storage di Shellrent, puoi organizzare e gestire i backup in maniera snella e al tempo stesso sicura. La dislocazione geografica in un altro datacenter offre un ulteriore livello di protezione contro eventuali imprevisti: i backup sono replicati in tempo reale, ciò significa che i dati sono sempre pronti al ripristino in caso di problemi.

Avatar photo
433 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Digital Marketing

Come creare un sito web: tutti gli step

5 minuti lettura
Se stai pensando di realizzare un tuo progetto online e ti affacci per la prima volta nel mondo dello sviluppo web, abbiamo…
Digital Marketing

I migliori strumenti per fare wireframe

2 minuti lettura
La creazione di wireframe rappresenta una tra le fasi principali nel processo di progettazione di un sito web o di un’applicazione. Fungono…
Digital Marketing

Perché la tassonomia di un sito è importante per la SEO

2 minuti lettura
L’organizzazione di un sito web contribuisce, ad ampio spettro, alla formulazione della user experience. Gli utenti, al giorno d’oggi, si aspettano siti…