Formazione e diversity al centro della Summer STEM Academy: le nostre docenzelink
Security First

Quali sono i benefici di Cloudflare?

1 minuti lettura

Cloudflare è un sistema di server che fungono da filtro tra gli utenti e i siti web, garantendo a quest’ultimi una maggiore protezione da minacce esterne e tempi di caricamento nettamente inferiori, soprattutto per i portali che accolgono traffico internazionale. Tecnicamente si parla di caching reverse proxy, in cui l’infrastruttura di Cloudflare si frappone fra i client, gli utenti che fanno una richiesta su un browser ad esempio, e i server, in cui sono ospitati i siti web visitati, rendendo i contenuti di quest’ultimi fruibili più velocemente, poiché pre-salvati (caching) sui server, dislocati in tutto il mondo, gestiti dall’azienda di San Francisco.

Shellrent è partner Cloudflare: ora puoi gestire i record DNS dei tuoi domini su Cloudflare, direttamente dal nostro Pannello di controllo Manager, senza essere costretto a cambiare interfaccia. Per attivare Cloudflare e migliorare le prestazioni e la sicurezza dei tuoi siti, consulta la guida.

La seguente immagine spiega in modo chiaro il ruolo di Cloudflare:

In prima istanza Cloudflare, operando come un firewall, filtra il traffico bloccando buona parte delle azioni degli hacker malintenzionati, in particolare protegge dagli attacchi DDoS che puntano a sovraccaricare un server fino ad interromperne in regolare servizio. Dalla schermatura di Cloudflare sono anche filtrati i crawler e i bot: se inaffidabili sono subito bloccati, mentre passano quelli preventivamente approvati (come quelli di Google che operano nell’indicizzazione).
I piani di Cloudflare a pagamento, offrono livelli di protezione ancor più strutturati, difendendo i siti web dalle “iniezioni” di codice malevolo sul database (es. SQL injection).

Oltre che un ruolo di protezione dalle minacce esterne, Cloudflare opera da CDN (Content Delivery Network): distribuisce i contenuti dello specifico sito in tutto il mondo, in modo da renderlo velocemente rintracciabile dai visitatori, ovunque essi siano localizzati.  L’internauta vedrà il sito web caricarsi molto più velocemente (fino al 50%), poiché usufruirà dei contenuti statici memorizzati cache del server Cloudflare geograficamente più vicino, grazie ad una riduzione della latenza.

Sono più di 20 milioni gli applicativi che ad oggi utilizzano Cloudflare per proteggersi ed offrire il massimo ai propri utenti. Provalo anche tu!

Davide Zavagnin

Note sull'autore
Sales Account - Offre ogni giorno il suo supporto ai nostri clienti e li orienta nell'individuazione delle giuste soluzioni per migliorare la loro operatività e redditività. Amante di tecnologia e digitale, è operativo come volontario nella sensibilizzazione degli adolescenti sui rischi e le opportunità di social media e mondo web.
Articoli
Articoli correlati
Security First

Let’s Encrypt o Certificato SSL a pagamento? Vantaggi e svantaggi

2 minuti lettura
Meglio un Certificato SSL a pagamento o Let’s Encrypt? È la domanda che si pongono moltissimi proprietari di siti web, indecisi sulla…
Security First

Direttiva PSD2: cos’è e cosa cambia

3 minuti lettura
Arriva la nuova direttiva europea PSD2 (Payment Services Directive II) che rivoluziona i servizi bancari di pagamento online, spingendo verso un sistema…
Security First

WordPress: come prevenire gli attacchi SQL Injection

5 minuti lettura
WordPress è il CMS più utilizzato sul mercato, con una quota che sfiora il 70% comparato agli altri maggiori CMS, secondo le…