Hai un dominio .IT? Ti regaliamo il .EU! Iscriviti alla Newsletter entro il 14/4
Hosting & Cloud

Perché le email finiscono in spam

4 minuti lettura
Perché le email finiscono in spam? Ecco i principali motivi

Non è insolito che, pur senza alcuna nostra indicazione, qualche mail finisca nella cartella che raccoglie la posta indesiderata.

Il dominio cui è collegata la nostra casella di posta elettronica potrebbe, infatti, avere una impostazione di filtraggio dei messaggi in entrata; anche la mail di un mittente attendibile può essere catalogata dai sistemi come spam.

Ciò potrebbe essere noioso soprattutto nella gestione di campagne di email marketing. Come non finire in spam? Nelle prossime righe, vedremo come rendere più affidabile la delivery dei messaggi di posta grazie al servizio Mail Protection.

Che cos’è lo spam?

Con il termine spam si intende l’invio, da parte di destinatari non verificati, di messaggi ritenuti non attendibili e quindi catalogati dal sistema come messaggi pubblicitari indesiderati e/o truffaldini non richiesti.

Infatti, lo spam può essere semplicemente di natura commerciale oppure può includere anche link fraudolenti che possono indurre l’utente a cadere nella trappola di malintenzionati.

Viene invece definito “spammer” chi trasmette messaggi di posta indesiderata al solo scopo di inviare, in modo massivo e senza previo consenso, del materiale pubblicitario.

Perché alcune mail ritenute attendibili finiscono nella cartella spam?

Occorre innanzitutto delineare tra due casistiche: la prima, quando la mail viene etichettata come indesiderata dal destinatario; la seconda, quando la mail viene catalogata come spam dal client di posta elettronica.

Mail considerata spam dal destinatario

È possibile, in alcuni casi, che sia il destinatario stesso a ritenere un determinato messaggio di posta elettronica spam, o posta indesiderata.

In sostanza, se il destinatario non vuole ricevere quella comunicazione può decidere di etichettarla come spam e, di conseguenza, dichiarare l’email come messaggio di posta indesiderato.

Con questa azione, i messaggi che giungono dallo stesso mittente verranno probabilmente recapitati in maniera automatica direttamente nella cartella spam, almeno fino a quando il destinatario non lo catalogherà come attendibile.

Mail catalogata come spam dal client di posta elettronica

Spesso, è lo stesso client di posta elettronica a ritenere il messaggio inattendibile. Questo sistema di filtraggio viene predisposto in maniera automatizzata e andrà a recapitare il messaggio direttamente nella cartella di posta indesiderata.

Ovviamente il destinatario potrà accedere in qualsiasi momento alla cartella spam per verificare i messaggi ricevuti ed eventualmente segnalare l’attendibilità delle mail.

Alcuni client definiscono standard rigidi per individuare possibili spam, ritenendo inattendibili anche comunicazioni che magari non lo sono: ecco perché è sempre meglio fare un check regolare della posta indesiderata.

Mail catalogate erroneamente come spam: quali sono i principali motivi?

Come abbiamo anticipato, i client di posta elettronica sono predisposti per bloccare in modo automatico le mail ritenute spam.

Per evitare che tali mail vengano considerate spam, un primo suggerimento è di inserire un oggetto piuttosto chiaro, non scrivere il testo in maiuscolo ed evitare eccessiva punteggiatura. La formattazione è un segnale importante della legittimità del messaggio e anche l’inserimento di alcune parole sospette può comprometterne il corretto recapito. Spesso, infatti, le comunicazioni che includono termini come “gratis”, “guadagno rapido”, “maxi offerta” attivano i filtri antispam.

Inoltre, nel caso di immagini, è sempre meglio redigere un breve testo di accompagnamento perché spesso le email contenenti unicamente file vengono etichettate come spam.

Ad ogni modo, i messaggi di posta elettronica che rischiano più di tutti di andare a finire nelle cartelle destinate allo spam sono quelli relativi ai prodotti farmaceutici, spacciati per essere miracolosi, ai giochi online, come i casinò e persino alle pubblicità che garantiscono guadagni facili e veloci.

Come rendere le tue email più affidabili?

Il servizio Mail Protection di Shellrent è studiato appositamente per migliorare il rating di consegna delle email e, di conseguenza, offrire al tuo dominio maggiore autorevolezza anche grazie ai protocolli di autenticazione.

In particolare, tra i vantaggi di Mail Protection:

  • Delivery più affidabile
  • Aumento del rating di consegna
  • Minore rischio di spam

In sostanza, attraverso una configurazione specifica e personalizzata sul tuo dominio, il server del destinatario potrà verificare in modo sicuro l’autenticità del mittente e la legittimità della comunicazione, non marcandola come spam.

Verifica il punteggio delle tue email

Utilizzando un tool online come il gratuito Mail Tester, hai la possibilità di testare il punteggio dei tuoi messaggi di posta, sia a livello tecnico che di contenuto. Se la tua email rientra nella fascia 0-5, molto probabilmente non verrà recapitata nell’inbox dei destinatari e il consiglio è quello di rivederla ex novo.

Se ottieni un punteggio di 6 o 7, alcuni provider di posta potrebbero bloccare il tuo messaggio. Se quest’ultimo viaggia con un punteggio compreso tra 8 e 10, è quasi sicuro che le tue email raggiungano la cartella corretta.

IP in blacklist: cosa significa

Quando una mail viene catalogata come spam può capitare che anche l’indirizzo IP venga inserito in una blacklist, ossia una lista nera, associandolo alla fonte di spam.

I sistemi più sofisticati, come ad esempio quelli utilizzati nella gestione della posta elettronica certificata, sono dotati di filtri che aiutano i provider a non ingolfare i client con comunicazioni indesiderate. Per far sì che questo metodo possa funzionare al meglio, oltre all’indirizzo mail da cui giungono i messaggi di spam, vengono inseriti nella blacklist anche gli indirizzi IP da cui provengono, garantendo una maggiore pulizia delle caselle di posta elettronica.

L’importanza di un server SMTP

Un server SMTP è un cloud server configurato appositamente con template SMTP ideale per l’invio massivo di email e comunicazioni, da associare a qualsiasi casella email di uno o più domini. Un Cloud Server SMTP offre:

  • Autenticazione protetta, per garantirti maggiore sicurezza.
  • Supporto DKIM, per prevenire spam e spoofing nelle email.
  • Supporto SPF, un sistema di validazione delle email utile a spoofing e aumentare l’autorevolezza del dominio.
  • Supporto indirizzi IP multipli, per utilizzare più IP dallo stesso server SMTP, garantendo la rotazione degli stessi nella spedizione.
  • Invii e destinatari contemporanei illimitati, per campagne di email marketing efficaci.
  • Supporto Antivirus e Antispam, per una maggiore sicurezza delle tue caselle di posta.
  • Supporto SSL, per fornire maggiore sicurezza grazie ad un certificato SSL.
  • Compatibilità software newsletter, per sfruttare il tuo software preferito per l’invio di newsletter.
Avatar photo
410 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Hosting & Cloud

Sito web dinamico per una presenza online flessibile e interattiva

2 minuti lettura
Oggigiorno, non presidiare il web equivale a non esistere. Un sito web non è solo una vetrina online, ma un vero e…
Hosting & Cloud

Quando fare l’upgrade di un web hosting?

3 minuti lettura
La scelta dell’hosting è fondamentale per partire con il piede giusto quando si definisce un nuovo progetto web: scegliere un servizio adatto…
Hosting & Cloud

VPS: cos'è e come funziona un server virtuale

3 minuti lettura
La tecnologia cloud ha rivoluzionato le modalità di accesso ai dati e di gestione delle risorse IT. Tra le varie opzioni disponibili,…