Formazione e diversity al centro della Summer STEM Academy: le nostre docenzelink
Breaking News

Release Plesk Obsidian 18.0.29: nuove feature e miglioramenti

4 minuti lettura
novità plesk obsidian

Nuova release in casa Plesk: il 4 agosto è stata rilasciata la versione Obsidian 18.0.29. Miglioramenti in termini di sicurezza e di correzione dei bug, supporto ad Ubuntu 20 LTS e nuovo supporto per Plesk Migrator da Ubuntu 16 e 18 a Ubuntu 20.

Quali sono le nuove feature introdotte, cosa è stato migliorato e cosa corretto?

Dal 2018 siamo partner ufficiali di Plesk e rivenditori autorizzati delle loro principali licenze per fornire ai nostri clienti un pannello di hosting automation completo, sicuro e versatile, evitando la presenza di intermediari. È disponibile sia per sistema operativo GNU/Linux che per Windows Server.

Cerchi un pannello per gestire i siti internet dei tuoi clienti in modo semplice e veloce? L’interfaccia grafica del pannello Plesk è semplice e intuitiva, perfetta per amministrare in autonomia il tuo server, cloud o dedicato, e i domini ad esso associati, gestire gli account e le e-mail dei tuoi clienti, caricare file, utilizzare i servizi FTP, modificare i parametri di configurazione, gestire il database e i vari backup. Inoltre, Plesk è compatibile con l’installazione dei più comuni CMS come WordPress, Joomla, PrestaShop e Magento.

Scegli la licenza Plesk adatta alle tue esigenze per gestire Server Cloud e Dedicati facilmente, visitando la pagina Licenze sul nostro sito: ognuna con numerosi strumenti e funzionalità avanzate adatte a tutti, in particolare sviluppatori web, dev-ops e hosting provider.

  • Licenza Web Admin: l’ideale per la gestione di base di semplici siti web e domini.
  • Licenza Web Pro: l’ideale per creare, proteggere e gestire siti web altamente performanti. Oltre alle funzionalità di base ne hai incluse altre avanzate come il Toolkit per WordPress per ottimizzare i tuoi progetti con questo CMS.
  • Licenza Web Host: l’ideale per gestire attività di hosting. Hai l’accesso a tutte le funzionalità avanzate per ottenere il massimo dal tuo business.

Funzionalità di Plesk Obsidian

Le funzionalità di Plesk Obsidian sono votle ad aumentare la sicurezza e ottimizzare l’usabilità del pannello.

  • Backup dei file su Dropbox: alla voce Gestisci Dominio il menù ti offrirà la funzione Dropbox Backup, per eseguire il backup e il relativo ripristino dei siti direttamente sul tuo Dropbox.
  • Controllo Antivirus per la posta in uscita: alla voce Impostazioni di Posta del Server puoi selezionare il limite d’invio per ogni casella di posta e impostare i relativi antivirus e antispam per proteggere al meglio i tuoi clienti.
  • Firewall per applicazioni web: puoi configurare il firewall dell’applicazione web (ModSecurity), sia per il solo rilevamento sia per la completa attivazione, così da rilevare e notificare ogni inconveniente.
  • Aggiornamento veloce del CMS: Plesk ti avvisa ogni volta che una nuova versione del CMS è disponibile. Ti basterà selezionare il dominio per eseguire l’aggiornamento in pochi click.
  • Supportato da Nginx: grazie a Nginx puoi utilizzare in modo efficiente le risorse di sistema. Seleziona la voce Strumenti e Impostazioni per attivare, arrestare o riavviare il servizio con un solo click.
  • Attivazione Cronjob: selezionando Attività Pianificate all’interno di ogni dominio, puoi impostare i cronjob e le relative tempistiche, inserendo il comando con estrema facilità.
  • Versione Mobile: per avere sempre tutto sotto controllo ovunque tu sia, puoi scaricare l’app gratuita Plesk Mobile Manager che garantisce agli amministratori l’accesso alle principali informazioni.
  • Ottimizzazione della sicurezza: nella versione Plesk 12.5, gli strumenti ModSecurity, Fail2Ban e Outbound Antispam sono combinati tra di loro per offrire la sicurezza necessaria dal server al sito.

Novità della release Plesk Obsidian 18.0.29

Quali sono le principali feature introdotte e i miglioramenti effettuati?

  • Nella lista dinamica dei domini, ora sono inseriti anche i sottodomini e gli alias dei domini.
  • Il processo di backup ora calcola correttamente lo spazio sul server necessario per il backup, ignorando i file configurati per essere ignorati durante l’operazione.
  • Il Repair Kit individua e corregge le inconsistenze del database.
  • Quando un utente cambia il PHP handler di un sito, Plesk informa l’utente che in seguito all’operazione il sito sarà irraggiungibile per qualche secondo.
  • Aumento di SecResponseBodyLimit di ModSecurity: alcuni siti in Plesk non potranno più diventare irraggiungibili a causa dell’errore ModSecurity: Output filter: Response body too large.
  • Il bottone View Certificates non viene più mostrato se l’amministratore Plesk non ha configurato il bottone con il link ad un sito dove l’utente possa comprare certificati SSL/TLS.
  • Se lo user del database ha abilitato l’opzione User has access to all databases within the selected subscription, è possibile ottenere informazioni sullo user via XML API.
  • Eseguire il backup su storage FTP non rimanda più l’errore “Unable to find archive metadata”.

Linux

Alcune tra le principali modifiche su Linux:

  • Ora è supportato Ubuntu 20.
  • Lo strumento Plesk Migrator per passare a Plesk supporta migrazioni da Ubuntu 16 e 18 a Ubuntu 20. Può essere installato in sistemi operativi Debian 10.
  • introdotta l’opzione Fix incorrectly set sender for outgoing mail: questa riduce la possibilità che le e-mail in uscita finiscano in spam (se i record DKIM e SPF sono impostati correttamente). Se l’ozpione è disabilitata, Plesk risolve l’header del mittente non corretto.
  • L’aggiornamento alla versione 18.0.29 riconfigurerà i siti Apache e Nginx.
  • PHP aggiornato alla versione 7.3.20.
  • Su CentOS 8.1 e Debian 10 con indirizzi IPv4 e IPv6, sono stati corretti gli step superflui nella generazione di script firewall.
  • Possibilità di customizzare le variabili MySQL usate in fase in fase di improtazione ed esportazione del database attraverso la modifica a livello server del file my.cnf.

Windows

Alcune tra le principali modifiche su Windows:

  • Dopo aver controllato i server web e FTP, Diagnose & Repair non informa più, erroneamente, che la cartella di un dominio è mancante.
  • La migrazione del database Microsoft SQL non fallisce più con l’errore Login failed for user ‘admin.
  • L’invio massivo di e-mail può essere effettuate se non è utilizzato alcun template e sono selezionati i clienti.
  • I database MySQL che contengono caratteri non-ASCII possono essere esportati senza problemi.

Per maggiori informazioni sulle novità consulta la documentazione Plesk: una release che vuole introdurre nuove funzionalità per migliorare il pannello di hosting automation in modo sicuro e intuitivo.

Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
Breaking News

Come funziona il programma di affiliazione Shellrent

1 minuti lettura
Abbiamo lanciato il nostro programma di affiliazione per permetterti di guadagnare provvigioni elevate consigliando sul tuo sito, blog o newsletter i nostri…
Breaking News

Formazione e diversity al centro della Summer STEM Academy

3 minuti lettura
Si è conclusa da pochi giorni Summer STEM Academy, la summer school sui saperi del domani che ha coinvolto 20 ragazzi e…
Breaking News

Cloud computing per la sovranità digitale europea: uno sguardo a Gaia-X

2 minuti lettura
Il tema della sovranità digitale si sta imponendo con forza in Europa, specialmente a causa delle continue tensioni tra USA e Cina…