Hosting & Cloud

Che cos’è un hypervisor di tipo 1?

2 minuti lettura
Che cos’è un hypervisor di tipo 1

La virtualizzazione è una componente importante dei flussi di lavoro moderni, soprattutto in contesti aziendali. Ciò rappresenta la modalità più indicata per raggiungere l’efficienza dei servizi IT e un abbattimento dei costi. In questo scenario si inserisce l’hypervisor, ovvero la tecnologia alla base della virtualizzazione.

Che cos’è un hypervisor?

Un hypervisor, originariamente chiamato Virtual Machine Monitor o VMM, è un software che rende possibile la virtualizzazione. Viene eseguito su una macchina host fisica (hardware) e consente di supportare più macchine virtuali (VM guest) attraverso la condivisione di risorse virtuali, come CPU, larghezza di banda, memoria e storage.

L’hypervisor consente l’esecuzione simultanea di più sistemi operativi su un’unica macchina fisica e l’allocazione delle risorse alle singole virtual machine in modo ottimizzato mediante il provisioning previsto del carico di lavoro dinamico.

Esistono due tipi di hypervisor:

  • Tipo 1, noto anche come hypervisor bare metal o nativo
  • Tipo 2, detto anche hosted hypervisor

Hypervisor di tipo 1

Gli hypervisor di tipo 1 vengono eseguiti direttamente sull’hardware dell’host (da qui il nome bare metal) e agiscono come sistemi operativi dedicati all’esecuzione di macchine virtuali.

Gli utenti poco avvezzi a sistemi operativi non convenzionali possono necessitare di supporto in fase di configurazione, tuttavia questa tipologia di hypervisor è ideale per ambienti aziendali o comunque per importanti carichi di lavoro che necessitano l’impiego di centinaia di diverse macchine virtuali.

I vantaggi risultano notevoli.

Elevate prestazioni

Gli hypervisor di tipo 1 offrono prestazioni eccellenti e utilizzano solo le risorse necessarie per eseguire specifiche attività affinché le istanze siano completamente funzionanti. Sono scalabili ed efficienti, in quanto possono gestire e allocare direttamente le risorse senza passare per il sistema operativo host.

Infatti, questo tipo di hypervisor è indicato per carichi di lavoro inseriti in un contesto produttivo che richiede uptime prossimo al 100%, failover avanzato e altre funzionalità utili per garantire la continuità delle attività.

Massima sicurezza

Gli hypervisor di tipo 1 garantiscono uno standard di sicurezza elevato poiché le VM guest sono isolate tra di loro per natura e non possono comunicare se non configurate diversamente.

L’esecuzione diretta sull’hardware fisico, senza alcun vincolo al sistema operativo ospitante, protegge l’hypervisor da difetti e vulnerabilità spesso endemici dei sistemi operativi. La virtualizzazione, quindi, mitiga i rischi e riduce la superficie di attacco.

Questo aspetto è quello che più differenza il tipo 1 dal tipo 2, che viene infatti eseguito su sistema operativo.

L’hypervisor VMware

Uno degli hypervisor di tipo 1 più popolare è ESXi di VMware. Si tratta di un affidabile hypervisor bare-metal che si installa direttamente nel server fisico e di una soluzione efficiente dal punto di vista delle prestazioni per la gestione di progetti complessi.

VMware ESXi permette di:

  • Consolidare l’hardware per incrementare l’utilizzo della capacità.
  • Ottimizzare le performance per ottenere un vantaggio competitivo.
  • Gestione IT semplificata.
  • Ridurre al minimo le risorse hardware necessarie per l’esecuzione dell’hypervisor, con conseguente aumento dell’efficienza.
  • Sfruttare funzionalità di crittografia avanzate.

I Server Dedicati di Shellrent offrono questa soluzione, che permette a ciascun server fisico l’esecuzione di uno o più server virtuali disaccoppiando il sistema operativo e le sue applicazioni dal server fisico.

Avatar photo
429 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Hosting & Cloud

La differenza tra dischi NVMe, SSD e SATA

3 minuti lettura
Uno dei fattori che può influenzare la scelta di un server è senz’altro la velocità di lettura e di scrittura dei dati,…
Hosting & Cloud

Come monitorare lo stato di un server

3 minuti lettura
Immagina il tuo sito web oberato da un traffico inaspettato, oppure il tuo software gestionale in panne nel bel mezzo di un…
Hosting & Cloud

I migliori server di posta per Linux

4 minuti lettura
Immagina un’email che viaggia attraverso una rete di server, come una lettera che attraversa diverse stazioni postali. Ogni server è un checkpoint…