Security First

Violazioni dati sul cloud: come Veeam può proteggerli

2 minuti lettura
Violazioni dati sul cloud: come Veeam può proteggerli

I dati aziendali archiviati in cloud sono diventati i bersagli preferiti degli hacker, costringendo le aziende a investire cifre record per adottare idonee misure di protezione. Lo rivela il report annuale sulla sicurezza dei dati sul cloud di Thales, basato su un campione di 3.000 professionisti IT distribuiti in 18 paesi.

Le applicazioni Software as a Service (SaaS) (31%), il cloud storage (30%) e l’infrastruttura IT che include le componenti di hardware e software (26%) risultano essere i segmenti più colpiti.

Il report dipinge un quadro allarmante, dove apreoccupare è la diffusione di violazioni: il 44% degli intervistati ha subìto attacchi informatici sul cloud nell’ultimo anno. Gli hacker hanno sfruttato la superficie di attacco data da errori umani (31%), configurazioni errate o vulnerabilità dei sistemi (28%).

Nonostante i rischi crescenti, solo il 10% delle aziende protegge adeguatamente i propri dati sensibili nel cloud con la crittografia. Un gap preoccupante che evidenzia la necessità di investimenti urgenti nella sicurezza informatica.

Le aziende devono aumentare la consapevolezza sui rischi del cloud e adottare misure di prevenzione adeguate a proteggere i propri dati. Investire in crittografia, formazione del personale e configurazioni sicure è fondamentale per scongiurare i rischi informatici.

Oltre ai dati sopracitati, il Rapporto Thales evidenzia anche:

  • le aziende che utilizzano più di 50 applicazioni SaaS hanno il 50% di probabilità in più di subire una violazione dei dati.
  • I settori più colpiti dagli attacchi cloud sono il finanziario, la sanità e il manufacturing.
  • Le violazioni dei dati cloud hanno un impatto medio di 1,3 milioni di dollari per azienda.

L’aumento degli attacchi informatici al cloud è un problema tangibile e serio che richiede un’azione immediata. È necessario un impegno comune per rafforzare la sicurezza informatica e proteggere i dati aziendali da minacce sempre più sofisticate.

Le soluzioni Veeam

Veeam, azienda che si propone sul mercato con soluzioni di backup e recovery innovative, offre una gamma completa di servizi per soddisfare le diverse esigenze in fatto di protezione dei dati.

Grazie alla partnership Service Provider con Veeam, Shellrent offre consulenza per individuare la licenza che si adatta meglio alle proprie necessità.

  • Veeam Agent: consente il backup dei dati di computer e server basati su Windows, Linux e Mac. Le funzionalità possono essere gestite tramite la Veeam Service Provider Console (VSPC), un pannello di controllo intuitivo.
  • Veeam Backup & Replication Standard: fornisce la console VBR che consente di collegarsi agli hypervisor VMware e Hyper-V per effettuare backup e repliche delle macchine virtuali direttamente a livello del virtualizzatore.
  • Veeam Backup & Replication Enterprise Plus: estende l’operatività della licenza Standard permettendo l’accesso a funzionalità più avanzate, tra cui la copia di backup di dati su NAS.

Abbinando a una licenza Veeam BaaS il servizio Cloud Connect, ottieni un’accoppiata vincente per la sicurezza e l’affidabilità dei tuoi dati. Il motivo? I backup vengono archiviati in un’infrastruttura ridondante e rafforzata, garantendone l’immutabilità per un periodo di tempo predefinito. Per conoscere più a fondo questa caratteristica, puoi leggere questo approfondimento.

Avatar photo
429 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Security First

Come nascondere la versione di Nginx e Apache su Linux e Unix

4 minuti lettura
Stai usando Nginx o Apache sul tuo server web? Presta attenzione alla versione del software, verificando che non sia visibile negli header…
Security First

Attacco DDoS: cos'è e come prevenirlo

2 minuti lettura
Gli attacchi DDoS, acronimo di Distributed Denial-of-Service, rappresentano una seria minaccia. Questa tipologia di attacco ha l’obiettivo di sopraffare un server, una…
Security First

SSL wildcard: il certificato per proteggere i sottodomini

2 minuti lettura
Un certificato SSL crea una connessione crittografata tra un sito web e i suoi visitatori, offrendo protezione dei dati sensibili. Un SSL,…