Scopri le offerte del Black Friday 70% OFF!link
Security First

Cos’è un certificato SSL e quali sono i vantaggi

3 minuti lettura
Cose come funziona e a cosa serve un certificato SSL
Cose come funziona e a cosa serve un certificato SSL

L’evoluzione dei servizi web ha posto sempre più al centro il tema della sicurezza informatica: oggi, per realizzare un sito web sicuro e con una buona reputazione online, è necessario acquistare un certificato SSL che offra affidabilità e sicurezza, soprattutto nel caso di attività che trattano dati sensibili degli utenti.

Cos’è e come funziona un certificato SSL? Qual è quello più adatto alla tua attività? Nell’articolo puoi trovare tutti i dettagli: se invece vuoi una panoramica dei nostri certificati SSL puoi cliccare qui sotto e confrontare tutte le soluzioni.

Cos’è un certificato SSL?

SSL significa Secure Sockets Layer ed è un protocollo di sicurezza standard, utilizzato per crittografare end-to-end le comunicazioni tra due sistemi su reti TCP/IP.

In parole semplici: durante una comunicazione di dati tra client server e server web, quest’ultimo invia il proprio certificato digitale al browser che ne verifica la validità e, in caso positivo, avvia la connessione sicura. In sostanza, il certificato SSL è una vera e propria garanzia di affidabilità perché, grazie alla chiave di protezione sarà possibile criptare i dati e le informazioni personali come login e password, numeri di carte di credito, documenti e contratti.

Al giorno d’oggi ormai i certificati si basano sul protocollo TLS (Transport Layer Security), anche se si continua ad utilizzare il nome del predecessore, ossia SSL.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di SSL/TLS?

Utilizzare il protocollo SSL/TLS apporta diversi vantaggi in termini di sicurezza (e non solo):

  • Protezione dei dati sensibili: come abbiamo anticipato, SSL/TLS protegge le informazioni sensibili degli utenti come password, numeri di carte di credito e dati bancari.
  • Crittografia: senza il protocollo SSL/TLS tutti i dati vengono inviati come testo in chiaro e possono quindi essere facilmente letti e modificati dagli attaccanti. Con SSL/TLS invece i dati viaggiano attraverso vari punti di contatto prima di raggiungere la destinazione finale, offrendo la massima protezione.
  • Autenticazione: la connessione SSL/TLS assicura l’invio e ricezione dal giusto server, evitando possibili attacchi man in the middle.
  • Integrità dei dati: la connessione SSL/TLS include un codice di autenticazione per assicurare che i dati non siano alterati o modificati.
  • Migliore posizionamento SEO su Google: qualche anno fa, Google ha annunciato che i siti sprovvisti di certificato SSL sarebbero stati considerati non sicuri e quindi penalizzati a livello di posizionamento organico. Avere un certificato SSL può quindi anche favorire il tuo posizionamento nella SERP di Google e di altri motori di ricerca.
  • Maggiore fiducia da parte dei visitatori: un sito sicuro trasmette fiducia a visitatori e clienti che saranno incentivati a navigare e convertire.

Come capire se un sito ha un certificato SSL

Per capire se un sito ha attivo un certificato sul sito web ci sono sostanzialmente 4 diversi indizi che è possibile osservare nella barra di ricerca dopo aver digitato l’URL del sito web:

  • Un lucchetto a fianco dell’URL;
  • Il prefisso URL HTTPS invece che HTTP;
  • Un sigillo di fiducia;
  • La barra degli indirizzi verde (nel caso di certificato SSL EV).

Meglio un certificato SSL gratuito o a pagamento?

Sia un certificato gratuito che un certificato a pagamento implementano il protocollo SSL/TLS rendendo quindi il trasferimento dei dati sicuro per client e server. Tuttavia, i certificati SSL a pagamento offrono, ovviamente, un livello di protezione maggiore sotto diversi aspetti. In particolare:

  • Validità: il certificato gratuito Let’s Encrypt ha validità di 90 giorni mentre i certificati SSL a pagamento hanno un tempo di validità maggiore, che va da uno a due anni in base all’autorità di certificazione che li emette. Quindi, un certificato gratuito dovrà essere sostituito più spesso.
  • Convalida: i certificati a pagamento offrono un livello di sicurezza maggiore grazie alla più attenta verifica del gestore del sito web.
  • Tipologia di dominio: le soluzioni a pagamento consentono anche certificati cross-domain, utilizzabili per diversi siti web, a differenza delle soluzioni gratuite che sono generate esclusivamente per un singolo dominio.
  • Supporto per problematiche: nel caso di certificati SSL a pagamento, i fornitori o le autorità di certificazione offrono supporto standard per aiutare gli utenti; un vantaggio che manca completamente nel caso di certificati SSL gratuiti.

Quali tipi di certificati SSL sicuri esistono?

Esistono 3 tipi di validazione diversi:

  • Domain Validation (DV): è la certificazione standard e verifica che il richiedente abbia la titolarità effettiva del dominio di cui chiede il certificato. In genere, viene rilasciato in pochi minuti.
  • Organization Validation (OV): la procedura di validazione è più complessa perché prevede che l’Autorità di Certificazione contatti l’azienda in questione e richieda informazioni e documenti che dimostrino la reale esistenza e identità, prima di provvedere all’attivazione del certificato SSL.
  • Extended Validation (EV): è il livello di autenticazione più elevato e l’utente può vedere il nome dell’azienda in verde.

Oltre al tipo di validazione, i certificati SSL possono differire anche per tipologia di dominio. Esistono infatti:

  • Certificati base: certificano un singolo dominio
  • Certificati wildcard: certificano illimitati sottodomini, oltre al dominio principale, utilizzando un unico certificato. Potrai quindi certificare sitoweb.it e i relativi sottodomini come blog.sitoweb.it o smtp.sitoweb.it.
  • Certificati multidomain: certificano più siti web con domini differenti, utilizzando un unico certificato. In sostanza potrai gestire più nomi di dominio, effettuando un unico rinnovo.

Non sai quale certificato SSL acquistare per rendere sicuro il tuo hosting? Confronta tutti i dettagli sul nostro sito!

Autore Elena Parise

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e social media, crede fortemente nell’influenza positiva del digitale e della comunicazione nella vita quotidiana. In Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni più adatte in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT.
Articoli
Articoli correlati
Security First

Perché è utile usare l’autenticazione a due fattori

2 minuti lettura
Utilizzare password solide è uno dei primi suggerimenti che diamo ai nostri clienti e che, in generale, ci sentiamo di consigliare a…
Security First

10 consigli per rendere lo smart working più sicuro

4 minuti lettura
Come lavorare in smart working in sicurezza? L’avvento della pandemia e il lockdown hanno imposto il lavoro da casa (in forma totale…
Security First

Sicurezza: come prevenire phishing e smishing

2 minuti lettura
Abbiamo tutti subito tentativi di truffa almeno una volta: che sia via telefono, email (phishing), sms (smishing), social media o chat. Apparentemente…