Scopri HOLIDEALS, il Black Friday dell'estate, con sconti dal 40 al 100% per tutto il mese di agosto!link

Digital Marketing

Come rendere il tuo sito più performante?

3 minuti lettura
Sito web performante 1
Sito web performante 1

Rendere il sito più performante non è un mantra. Esistono degli accorgimenti da adottare per ottimizzarne le prestazioni, sia da back-end, migliorando il codice di scrittura, sia da front-end, realizzando una migliore user experience.

Di seguito ti proponiamo alcuni nostri suggerimenti.

Hosting di qualità

L’hosting fa riferimento allo spazio ospitato su un server adibito ad accogliere tutti gli elementi che costituiscono un sito web (pagine, file, immagini, database).

Per dare vita al tuo progetto online, sei in prima battuta chiamato a scegliere il web hosting che meglio risponda alle tue necessità e che possa garantire un certo standard in fatto di sicurezza e affidabilità.

Quali sono, dunque, i fattori da considerare nella scelta del piano hosting?

  • Velocità e spazio: il tempo di caricamento incide sulla user experience e sulla SEO. Scegli piani che offrono dischi SSD che favoriscono l’uptime e la velocità delle operazioni in ingresso/uscita.
  • Strategia di backup: fondamentale per proteggere i dati. Shellrent include di default in ogni piano hosting il backup settimanale, offrendoti la possibilità di aggiungere quello giornaliero e mensile.

Sito responsive

Un sito responsive e user-friendly consente un’esperienza di navigazione fluida e soddisfacente da parte dell’utente, migliorando la user experience: un aspetto che è obbligatorio non tralasciare.

Predisporre un sito responsive è la scelta vincente, affinché sia fruibile in maniera ottimale da qualsiasi dispositivo mobile, come pc, tablet e smartphone. Al cambiare della risoluzione del dispositivo, in un sito responsive i testi, le immagini e tutti gli elementi che costituiscono le pagine si adattandosi automaticamente.

Un sito poco responsive può compromettere le conversioni, penalizzando quindi la customer journey dell’utente. Lo stesso Google predilige i siti responsive, premiandoli con un migliore posizionamento nella SERP.

Velocità di caricamento

Le statistiche parlano chiaro: il 90% degli utenti abbandona una pagina che impiega più di 5 secondi a caricarsi. Proprio per questo, è fondamentale adoperarsi per rendere il caricamento del tuo sito quanto più rapido: anche lo stesso Google include la velocità come fattore di ranking.

Come puoi misurare la velocità di caricamento? Google mette gratuitamente a disposizione il tool Google PageSpeed Insights per esaminare il rendimento della pagina. Un ulteriore strumento per testare il tempo di caricamento della pagina è Pingdom.

I parametri di misurazione di questi tool considerano gli aspetti che incidono negativamente sulla prestazione del sito web in questione, fornendo quindi qualche indicazione utile per intervenire sul contenuto che inficia il rallentamento del sito.

Per un controllo sulla velocità di caricamento, vi sono 3 parametri principali da tenere in considerazione:

  • Total page size: indica il peso complessivo della pagina. Il valore ideale per una piccola pagina è di 12 KB.
  • Page load time: indica il tempo di caricamento di una pagina. Il valore massimo per scongiurare l’abbandono del sito è di circa 5 secondi.
  • Requests: è il numero complessivo di richieste inviate al server da parte del browser durante il caricamento di una pagina. Più si ridurrà il numero di richieste HTTP del tuo sito, più rapido sarà il caricamento. Il valore ideale è <30.

Puoi velocizzare il tuo sito web adottando delle operazioni che aiutano a mantenerne elevate le performance.

Visual e contenuti definiti e in linea con il brand

Ogni elemento del sito, testuale ed estetico, deve essere coerente e ben definito con il purpose e lo stile del brand. Poni attenzione sia alla grafica e alla scelta dei colori, in palette con il logo e lo stile, sia al copywriting del tuo sito, creando contenuti chiari e leggibili che spieghino agli utenti i reali benefici dei tuoi prodotti.

Passa al protocollo HTTP/3

Il protocollo HTTP/3 è il major update del protocollo HTTP, nonché il successore di HTTP/2. Offre diverse migliorie in fatto di prestazioni, sicurezza e scalabilità.

Questo protocollo si basa su QUIC, un protocollo di trasporto generale criptato che offre caratteristiche per una maggiore protezione contro gli exploit DoS, oltre a garantire un tempo di caricamento più veloce e migliori prestazioni.

Accelerated Mobile Page (AMP)

Accelerated Mobile Pages (AMP) è uno standard open source che consente di velocizzare il caricamento delle risorse da mobile, con l’obiettivo di offrire una migliore esperienza utente da dispositivi mobili.

Creando versioni AMP delle tue pagine di destinazione, queste si caricheranno più velocemente di tutte le altre pagine, ad eccezione di quelle HTML più ottimizzate. 

Certificato SSL

Tutti i nostri piani hosting includono Let’s Encrypt di default per offrirti sicurezza con il protocollo HTTPS. Per una maggiore protezione del tuo sito web, dei dati sensibili e una garanzia sul transato, ti consigliamo un certificato SSL emesso da un’autorità di certificazione.

Il protocollo di cifratura del certificato SSL permette la protezione client-server dei dati che non potranno essere né letti né utilizzati da un hacker senza l’apposita chiave di decrittazione privata. In questo modo, i dati non possono essere modificati, rubati o sottoposti a phishing e spoofing.

Autore Giada Mazzucco

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Tool UX: un elenco completo
Digital Marketing

Tool UX: un elenco completo

5 minuti lettura
L’esperienza di navigazione in un sito web incide, anche notevolmente, sul Conversion Rate, diventando un elemento di differenziazione rispetto ai competitor. Vuoi che il…
Customer retention: perché è importante?
Digital Marketing

Customer retention: perché è importante?

4 minuti lettura
Molte aziende, ancora oggi, non attribuiscono il giusto valore alla customer retention, preferendo indirizzare l’attenzione verso le attività di lead generation. Tuttavia,…
10 blog da seguire sulla tecnologia nel 2022
Digital Marketing

10 blog da seguire sulla tecnologia nel 2022

2 minuti lettura
Continuiamo la nostra rubrica sui blog da seguire, concentrandoci sull’ambito tecnologico, da sempre interconnesso a quello informatico. Se vuoi approfondire la lista…