Ricevi sconti esclusivi: iscriviti alla nostra Newsletter!https://manager.shellrent.com/mailing/subscribe

Hosting & Cloud

Perché il mio sito WordPress è lento?

3 minuti lettura
Perché il mio sito WordPress è lento?

Una delle caratteristiche più rilevanti per il successo di un sito web è il tempo di caricamento delle pagine. Diversi secondi di attesa rivelano delle problematiche tecniche che rischiano di far perdere lead e traffico, impattando negativamente anche sulla SEO.

Se hai notato dei rallentamenti nel tuo sito WordPress è opportuno agire con tempestività. Nelle prossime righe, illustreremo le principali cause che possono causare un calo delle prestazioni delle pagine web. 

Sito WordPress lento: quali sono i segnali?

Se noti una anomala diminuzione del traffico, il suggerimento è quello di procedere con la verifica del tempo di caricamento del tuo sito WordPress. Per farlo, ti basterà inserire il tuo URL su Page Speed Insights di Google, strumento gratuito che offre un’analisi sulle performance. In alternativa, su Internet esistono diversi strumenti per testare la velocità di caricamento che abbiamo raccolto in questo approfondimento.

Il tempo di caricamento ideale si aggira attorno ai 3 secondi. Questa è la soglia che Google considera ottimale sia per un sito web aziendale, sia per un e-commerce. Infatti, se il tuo progetto impiega un tempo maggiore, il visitatore non solo potrebbe lasciare il tuo sito ma, molto probabilmente, deciderà di rivolgersi alla concorrenza.

Quindi, per non perdere ranking e visibilità, devi risolvere le eventuali problematiche. Ricorda che, secondo delle stime, prolungare l’attesa anche di un solo secondo può portarti a perdere il 7% delle conversioni e l’11% delle visualizzazioni di pagina.

Le ragioni per cui il tuo sito WordPress potrebbe essere lento

Le ragioni alla base di un calo delle performance del tuo sito WordPress possono essere diverse. Questo aspetto ha delle ripercussioni anche sulla SEO e, proprio per questo motivo, è importante individuare nel più breve tempo possibile la causa del rallentamento.

Il web hosting

Il web hosting incide notevolmente sulle prestazioni dei progetti web. Questo è il motivo per cui è importante scegliere con attenzione il servizio, optando per il piano hosting più adatto alle tue esigenze (anche di budget) senza però rinunciare a performance e sicurezza.

I plugin e temi

Versioni di plugin obsolete possono influire negativamente sulla velocità di caricamento delle pagine: ecco perché è importante l’attività di aggiornamento.

Altro consiglio è quello di snellire quanto più le installazioni. Ciò significa non intasare il proprio sito WordPress con un numero eccessivo di plugin e selezionare solamente quelli utili.

Un tema non è altro che una raccolta di risorse che ti aiutano a definire l’interfaccia del tuo sito WordPress. Alcuni di essi, però, sono molto pesanti e possono rallentare le pagine web.

I mancati aggiornamenti

All’interno del nostro blog, ci siamo spesso soffermati sull’importanza di effettuare aggiornamenti in un’ottica di sicurezza. Al contempo, quest’attività risulta essere indispensabile anche per assicurare alle pagine web prestazioni ottimali.

Infatti, spesso il calo delle performance del tuo sito può derivare dal mancato aggiornamento dei plugin, dei temi e della versione PHP. Gli aggiornamenti sono dunque fondamentali se vuoi ottenere un sito veloce e sicuro.

Immagini sovradimensionate e non ottimizzate

Le immagini sono un elemento fondamentale per garantire agli utenti un’esperienza di navigazione di alto livello. Secondo Imagify, questi contenuti possono determinare fino al 50% il tempo di caricamento del sito WordPress. Per evitare rallentamenti, le immagini devono essere ottimizzate in maniera corretta.

Le immagini sovradimensionate e non correttamente ottimizzate creano rallentamenti, ma tramite alcuni accorgimenti puoi rimediare a tale problematica, adeguando tutte le tue immagini alle dimensioni corrette per il web.

Potresti convertire i contenuti in formato WebP, che garantisce immagini compresse senza rinunciare alla qualità.

Anche gli annunci e i pop-up possono diventare un problema

Se il tuo sito contiene un numero eccessivo di annunci o di pop-up potresti notare dei rallentamenti nel caricamento delle pagine. Nonostante siano una fonte di guadagno, questi elementi hanno un loro peso sulle prestazioni dei siti WordPress.

In conclusione

Google non gradisce i siti web con prestazioni non ottimali e tende a penalizzarli con un peggior posizionamento nei risultati di ricerca. È fondamentale effettuare regolari attività di monitoraggio per garantire una costante velocità di caricamento alle pagine, potendo intervenire tempestivamente nel caso in cui si riscontrassero delle anomalie in merito.

Autore Giada Mazzucco

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Cosa cercare in un piano Hosting per piccole aziende?
Hosting & Cloud

Cosa cercare in un piano Hosting per piccole aziende?

3 minuti lettura
Qualunque azienda, di grande o piccola dimensione, deve necessariamente farsi trovare su Internet. Presidiare il web è fondamentale per farti conoscere e…
WordPress Toolkit per Plesk: tutti i vantaggi per Cloud e Server
Hosting & Cloud

WordPress Toolkit per Plesk: tutti i vantaggi per Cloud e Server

3 minuti lettura
WP Toolkit è un’interfaccia di gestione fornita da Plesk per installare e gestire, da un’unica dashboard, tutti i tuoi siti WordPress. Plesk è…
Invia SMS da Internet: tutti i vantaggi
Hosting & Cloud

Invia SMS da Internet: tutti i vantaggi

4 minuti lettura
L’avvento dei servizi di messaggistica istantanea sembrava, a detta di molti, aver decretato la fine degli ormai vetusti SMS. Ma le cose…