Hai un dominio .IT? Ti regaliamo il .EU! Iscriviti alla Newsletter entro il 14/4
Hosting & Cloud

Il VPS: un ottimo compromesso tra qualità e prezzo

3 minuti lettura
VPS Cloud NEWS
VPS Cloud NEWS

La trasformazione digitale di PMI e grandi aziende è in continuo mutamento. Una gestione ottimale delle risorse software e hardware consente di migliorare non solo la produttività, ma anche di abbattere i costi.

Tra le soluzioni che permettono di ottenere degli ottimi risultati, soprattutto per le piccole medie imprese che vogliono emergere, è l’utilizzo del VPS.

VPS: di cosa si tratta

Acronimo di Virtual Private Server, il VPS non è altro che una istanza eseguita in un ambiente virtuale su un server fisico, gestito da un hosting provider. Un VPS simula un ambiente di “hosting dedicato”, con prestazioni, affidabilità e sicurezza migliori rispetto a uno spazio condiviso grazie al contributo dell’hypervisor, ovvero un software per creare, avviare, arrestare e ripristinare macchine virtuali su un server. Questo gestisce l’allocazione delle risorse, assicurandosi che ogni server privato virtuale soddisfi le aspettative degli utenti in termini di CPU, RAM, spazio su disco e non interferiscano con altre macchine virtuali.

Cosa differenzia un VPS da un server dedicato? Per comprendere meglio la peculiarità di un Virtual Private Server prendiamo in considerazione un esempio. Pensa a un VPS come la stanza di un ristorante per festeggiare un evento: invece di cenare in un’area con altri tavoli, hai un intero ambiente che può essere personalizzato in base alle tue esigenze. Puoi scegliere il tuo menù, ma condividi la cucina, il personale e altri servizi con i clienti del ristorante. Al contrario, un server dedicato è come affittare un intero locale e assumere un’azienda di catering. Hai il controllo completo su ogni aspetto della festa e tutte le risorse saranno riservate solo al tuo gruppo, con costi, ovviamente, ben superiori.

I vantaggi del VPS

Da un punto di vista tecnico, il VPS offre tutti i vantaggi di un hosting, ma con una maggiore versatilità. Questa caratteristica rientra tra i benefici del server privato virtuale, ma quali sono gli altri?

Accesso root

Un server virtuale privato permette di avere la completa autonomia di gestione della propria infrastruttura informatica. Usufruendo dell’accesso da amministratore e del supporto KVM si potranno verificare i diversi parametri come se si stesse lavorando su un server fisico.

L’accesso root al proprio server è essenziale per intervenire con velocità in caso di malfunzionamento, oppure di modifiche al codice sorgente utilizzato per un determinato comando.

Prestazioni

Uno dei punti di maggior forza di un VPS è da ricercare nella maggiore affidabilità rispetto al tradizionale servizio di hosting condiviso. Questo ha la necessità di gestire più siti, al contrario un server virtuale privato ha il controllo su un singolo progetto web, facendolo nel modo migliore possibile e ottimizzandone le funzionalità.

Scalabilità

La crescita esponenziale di sistemi VPS è data anche dalla scalabilità e flessibilità che possono garantire. Un server privato virtuale permette di adattare le risorse hardware alle esigenze aziendali. Nel caso in cui si avesse l’esigenza di aumentare la memoria RAM o lo spazio di archiviazione, ad esempio, risulta semplice aumentare le risorse.

Gestione delle porte in entrata e in uscita

Un VPS consente un monitoraggio semplice e veloce degli accessi in entrata e in uscita, garantendo ai dipendenti facilità di interazione con la macchina virtuale e una sicurezza informatica notevolmente più efficace.

Riduzione dei costi

Come già accennato, un VPS è una soluzione che garantisce maggiori prestazioni e controllo rispetto a un hosting condiviso. Il suo costo, inoltre, risulta accessibile ed è nettamente inferiore rispetto a un server dedicato.

Si tratta di una caratteristica non indifferente soprattutto per le PMI che non dispongono di un budget sufficiente da investire in un’infrastruttura dedicata.

Sicurezza

Il VPS è la soluzione ideale per coloro che puntano a ridurre le vulnerabilità, poiché l’hypervisor non è solitamente esposto all’accesso pubblico. Nel caso in cui venga compromessa una singola virtual machine, le altre sullo stesso server non vengono interessate (contrariamente a quando accade in un ambiente condiviso). In questo modo, il VPS è molto più sicuro dell’hosting condiviso e garantisce il monitoraggio del livello di sicurezza, come la gestione delle patch.

In conclusione

Un server virtuale privato può essere un trampolino di lancio per le aziende che vogliono ottimizzare le spese, assecondare le esigenze dei consumatori e incrementare la sicurezza. Affidarsi a un servizio di qualità è molto importante per ottenere il massimo delle prestazioni, senza affrontare i costi di un server dedicato.

Avatar photo
409 articoli

Note sull'autore
Marketing Assistant - Appassionata di scrittura e amante della comunicazione digitale, in Shellrent supporta le imprese nell’identificazione delle soluzioni ideali in materia di hosting, cloud e infrastrutture IT
Articoli
Articoli correlati
Hosting & Cloud

Sito web dinamico per una presenza online flessibile e interattiva

2 minuti lettura
Oggigiorno, non presidiare il web equivale a non esistere. Un sito web non è solo una vetrina online, ma un vero e…
Hosting & Cloud

Quando fare l’upgrade di un web hosting?

3 minuti lettura
La scelta dell’hosting è fondamentale per partire con il piede giusto quando si definisce un nuovo progetto web: scegliere un servizio adatto…
Hosting & Cloud

VPS: cos'è e come funziona un server virtuale

3 minuti lettura
La tecnologia cloud ha rivoluzionato le modalità di accesso ai dati e di gestione delle risorse IT. Tra le varie opzioni disponibili,…